Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sanna Marin, spunta il secondo video: «Ballo intimo in un privé». La premier finlandese: ho fatto il test antidroga

Venerdì 19 Agosto 2022
Sanna Marin, spunta il secondo video: «Ballo intimo in un privé». La premier finlandese: ho fatto il test antidroga

Monta la bufera in Finlandia sulla premier Sanna Marin, 36 anni, il primo ministro più giovane e più cool del mondo, secondo la Bild. Dopo essere stata immortalata mentre canta e balla scatenata sulle note di un successo del rapper Petri Nygard assieme ad amici di partito e personaggi del jet set di Helsinki, nel Paese scandinavo spunta un nuovo video che ritrae la premier in atteggiamenti intimi con un uomo «sconosciuto» mentre balla nel prive di un club di Helsinki. La premier finlandese Sanna Marin ha rivelato, nel corso di un incontro con i media, di essersi sottoposta al test antidroga in mattinata. I risultati dovrebbero arrivare entro una settimana e saranno resi pubblici. A Marin è stato chiesto se il test antidroga può essere accurato quando sono già passate tre settimane dalla festa. Marin ha risposto di non saperlo e ha detto di essersi sottoposta ai test per sicurezza, sottolineando di non aver mai provato droghe. Lo riporta il tabloid Iltalehti.

Bufera su Sanna Marin

L'episodio dovrebbe risalire al 6 agosto, nel corso dello stesso fine settimana in cui è avvenuto il party privato al centro del primo video, apparso ieri. Un testimone ha raccontato al tabloid Seiska di aver visto la premier ballare in modo intimo con almeno «tre uomini diversi». Alcuni media fanno notare che quel weekend la premier era nel pieno delle sue funzioni - avrebbe dovuto andare in vacanza ma poi ha cancellato - e dunque non aveva passato i poteri al ministro della Difesa, come fatto in altre occasioni.

 

Il caso sta scatenando forti polemiche in Finlandia, con molti commentatori schierati dalla parte della premier. Forti critiche invece da parte delle opposizioni. L'esperto di cybersicurezza Petteri Jarvinen ha evocato, su Iltalehti, la possibilità che i russi abbiano hackerato il telefono o gli account social di qualcuno che fa parte del circolo stretto di Marin; anche se, a quanto pare, il video di ieri è apparso per la prima volta su un profilo Instagram di un conoscente di Marin.

La polemica

A far esplodere il caso sulla leader socialdemocratica sono stati ieri dei video postati sui social network da una manina anonima e ripresi dal giornale scandalistico Iltalehti. Immagini autentiche, secondo quanto confermato dalla stessa Marin. In particolare le polemiche si sono concentrate su un ipotetico uso di cocaina. Secondo alcuni infatti, nel filmato si sentirebbe una voce fuoricampo che pronuncia la frase slang "gang della farina", mentre nella stanza rimbombano le note di Selvä päivä (Giorno chiaro) e Marin compare col fotografo e influencer Janita Autio, i conduttori Tinni Wikstrom e Karoliina Tuominen, la designer Vesa Silver e il deputato Ilmari Nurminen. La premier, già al centro di polemiche lo scorso anno per essere andata in discoteca fino alle quattro del mattino dopo un contatto stretto con un caso di Covid, ha negato che nel filmato si faccia uso dell'espressione sulla cocaina e ha spiegato di non avere problemi a sottoporsi a un test tossicologico. «Ho ballato, cantato e fatto festa: cose perfettamente legali. E non mi sono mai trovata in una situazione in cui ho visto o saputo di altri che facessero uso di droghe», ha spiegato Marin. 

Le reazioni

Ma dalle opposizioni piovono critiche. Il deputato del Partito di Centro Mikko Kärnä e il presidente del Partito dei Finlandesi Riikka Purra hanno chiesto che Marin si sottoponga ad un test antidroga. E diversi parlamentari del partito nazionalista dei True Finns l'hanno attaccata su Twitter rendendo l'hashtag "Banda della farina" un trending topic. Intanto c'è anche chi si chiede se dietro il caso non si allunghi l'ombra di Mosca contro la premier decisa a traghettare la Finlandia nella Nato e critica esplicita di Vladimir Putin fin dalla prima ora dell'invasione dell'Ucraina. Proprio di recente, Marin era stata tra i primi leader dell'Ue ad esprimersi a favore del bando del turismo russo in Europa, annunciando una drastica riduzione del numero di visti dal prossimo settembre.

Ultimo aggiornamento: 20 Agosto, 13:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA