«Abbiamo uno spray della Cia per duplicare i soldi»: imprenditore consegna 42mila euro ai truffatori

Venerdì 27 Marzo 2015 di Cristina Antonutti
«Abbiamo uno spray della Cia per duplicare i soldi»: imprenditore consegna 42mila euro ai truffatori

CHIONS - Soldi duplicati con lo spray speciale della Cia?

Un anziano imprenditore di Chions nel 2011 ci ha creduto. E ha consegnato a due africani, in più riprese, qualcosa come 42 mila euro. Ieri Donatus Solomon, 35 anni, liberiano di Conegliano e Gilbert Akoh Kweti, 38 anni, nato in Camerun ma residente a Treviso, sono stati processati per truffa aggravata e condannati per truffa. Il giudice Monica Biasutti ha inflitto due anni di reclusione a Solomon. Il complice lo ha condannato a 1 anno e 4 mesi con il beneficio della condizionale.

I due si erano presentati all’imprenditore spiegando che potevano moltiplicare le banconote con una tecnica messa a punto da uno 007 della Cia, una tecnica usata per finanziare la guerra in Afghanistan. La vittima ha consegnato una prima tranche di 22 mila euro. Ma come nel campo dei Miracoli la magia non si è verificata.

«Stavolta non ci siamo riusciti - hanno spiegato i due - dacci altri soldi, così possiamo rimediare usando dei reagenti chimici». Alla fine l’anziano ha perso 42 mila euro prima di andare dai carabinieri di Azzano Decimo a denunciare il raggiro.

A mettere in contatto truffatori e vittima sarebbe stata una donna. È lei a presentare Solomon all’anziano. Poi spunta Akoh Kweti, che inizialmente si fa chiamare Mofi e dice di essere un personaggio importante dell’intelligence americana.

La vittima pur di fare l’affare con gli africani aveva chiesto perfino un presito in banca. Ma alla fine la duplicazione dei soldi - l’operazione è stata fatta nell’abitazione del sessantaquattrenne di Chions - non è riuscita e all’uomo non è rimasto che rivolgersi ai carabinieri.

Ultimo aggiornamento: 22:26