Spagna, Covid come l'influenza. Il primo ministro Sanchez: «Andiamo verso endemia, è ora di cambiare approccio»

Lunedì 10 Gennaio 2022
Spagna, Covid come l'influenza. Il primo ministro Sanchez: «Andiamo verso endemia, è ora di cambiare approccio»

Nel momento peggiore, mentre la variante Omicron continua a mietere contagi in tutto il mondo, la Spagna prova a vedere la luce in fondo al tunnel. Il premier spagnolo Pedro Sànchez ha preparato i suoi cittadini alle novità che vivranno nel 2022: «Dobbiamo valutare l'evoluzione del Covid dalla situazione di pandemia vissuta finora verso quella di una malattia endemica». Il quotidiano spagnolo "El Pais" aveva svelato che il governo si sta preparando per una nuova gestione del virus simile all'influenza. Intervistato dall'emittente Cadena Ser, Sanchez ha spiegato che «Dobbiamo rispondere con altri strumenti, più legati alla vaccinazione o all'autoprotezione con le mascherine».

 

Sanchez: «Valutare Covid come endemia»

Stop con i bollettini, stop con l'allarme a ogni contagio. La Spagna vuole voltare pagina e spera di coinvolgere gli altri paesi europei. Il premier Sanchez ha affermato che «E' un dibattito che stiamo cercando di aprire a livello europeo. La situazione non è quella di un anno fa» le sue parole. Sánchez ha poi annunciato che il governo spagnolo comprerà nel mese in corso circa 344.000 dosi del farmaco anti-Covid orale di Pfizer. «Riduce dell'88% la possibilità di ricovero dei pazienti di Covid più vulnerabili», ha ricordato il premier.

Reinfezioni record

Intanto secondi i ricercatori il numero di reinfezioni da Covid segnalate in Spagna negli ultimi quindici giorni ha superato il numero totale di infezioni ripetute documentate durante il resto della pandemia. Un altro degli effetti della variante Omicron. Nell'arco di due settimane tra la fine di dicembre e l'inizio di gennaio, in Spagna sono state segnalate 20.890 reinfezioni, secondo i dati dell'Istituto sanitario Carlos III. Il numero supera di gran lunga i 17.140 casi di reinfezione documentati dall'inizio della pandemia al 22 dicembre.

Differenza tra pandemia e endemia 

Molti esperti in Europa hanno spiegato che presto la pandemia diventerà endemia. Ma qual è la differenza? La pandemia, dal greco pan-demos, "tutto il popolo", è un'epidemia che si espande rapidamente diffondendosi in più aree geografiche del mondo. Una malattia si considera endemica quando l'agente responsabile è stabilmente presente e circola nella popolazione, manifestandosi con un numero di casi più o meno elevato ma uniformemente distribuito nel tempo.

UK valutano riduzione quarantena

Il Segretario di stato per l'istruzione del Regno Unito Nadhim Zahawi ha chiesto al governo di mostrare al resto del mondo come passare dalla pandemia all'endemia. Zahawi ha suggerito che sarebbe utile ridurre il periodo di isolamento per i contagiati di Covid da sette a cinque giorni, per alleviare la carenza di forza lavoro. E il primo ministro Boris Johnson ha annunciato che la possibilità è adesso oggetto di valutazione, nonostante gli esperti abbiano suggerito che al quinto giorno il 30% degli infetti da Covid è ancora contagioso.

 

Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio, 21:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA