Aeroporti, è caos anche in Spagna: a Maiorca manca personale per il controllo dei documenti

Spagna, caos negli aeroporti: a Maiorca manca personale per il controllo dei documenti
Spagna, caos negli aeroporti: a Maiorca manca personale per il controllo dei documenti
Giovedì 2 Giugno 2022, 11:15 - Ultimo agg. 16:12
3 Minuti di Lettura

Non solo in Gran Bretagna, ora anche in Spagna è caos agli aeroporti. Gli operatori turistici e gli albergatori sostengono che i problemi al controllo passaporti allo scalo di Palma di Maiorca stanno ritardando l'arrivo dei turisti alle loro strutture ricettive. Quanto il tempo di attesa? Una media di quasi tre ore. I funzionari sostengono che questo porta al "collasso" della catena del valore del turismo. La ragione dell'attesa sarebbe collegata alla carenza di agenti di polizia.

La risposta dell'aeroporto

La Federazione delle imprese di trasporto delle Baleari (FEBT) ha dichiarato: «Tutti i voli provenienti dal Regno Unito, come conseguenza della Brexit, sono interessati dai controlli dei passaporti nell'edificio del terminal dell'aeroporto. L'arrivo massiccio di turisti ha fatto crollare questo servizio, quindi questo problema deve essere risolto con urgenza - ora che siamo ancora in tempo». I rappresentanti della FEBT hanno incontrato lunedì il delegato del governo centrale della regione, Aina Calvo, per cercare soluzioni a breve termine. Il responsabile della federazione, Salvador Servera, ha dichiarato: «Il delegato ci ha detto che il problema sarà risolto a giugno con l'arrivo delle forze di polizia nell'ambito dell'Operazione Estate, ma è fondamentale che sia così, perché è in gioco l'intera stagione». Un problema che riguarda specialmente i voli provenienti dal Regno Unito, che, come conseguenza della Brexit, sono interessati dai controlli dei passaporti nell'edificio del terminal dell'aeroporto.

Gran Bretagna, volo cancellato e passeggeri bloccati a bordo per 3 ore: comandante costretto a chiamare la polizia

Compagnie aeree in difficoltà

Le principali compagnie aeree EasyJet, TUI Fly e British Airways non riescono a far fronte all'aumento del traffico - circa due milioni di persone si preparano a volare nei prossimi giorni - e sono state costrette a cancellare alcuni dei loro voli giornalieri fino al 6 giugno. L'aeroporto di Manchester, una delle principali basi di Tui nel Paese, ha visto la cancellazione di 43 voli settimanali per il resto di giugno.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA