Spia Russa, identificati i responsabili dell'attacco all'ex agente e alla figlia

Identificati i sospetti responsabili dell'attacco di marzo contro l'ex spia russa Sergei Skripal, 66 anni, e sua figlia Yulia, 33, colpiti da gas nervino Novichok a Salisbury, nel Wiltshire, dove risiedeva.

Una fonte anonima vicino alle indagini ha detto all'agenzia di stampa britannica PA che la polizia ha identificato i presunti autori attraverso le immagini delle telecamere a circuito chiuso installate nelle strade della cittadina. Gli inquirenti, scrive il Guardian, ritengono che numerosi russi siano coinvolti nel tentativo di avvelenamento, avvenuto davanti al centro commerciale dove padre e figlia sono stati trovati, su una panchina, privi di conoscenza.

Gli investigatori hanno poi fatto un raffronto con la lista delle persone entrate nel paese in quell'epoca e
confermato così l'identità dei sospetti. Gli inquirenti sono «certi» del fatto che i sospetti responsabili dell'attacco - cui Skripal e la figlia sono sopravvissuti - siano cittadini russi.

 
Giovedì 19 Luglio 2018, 08:51 - Ultimo aggiornamento: 20 Luglio, 11:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP