Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sudafrica, morti almeno 20 studenti in un locale. «Avvelenati da una bevanda alcolica artigianale»: è mistero

Domenica 26 Giugno 2022
Sudafrica, morti almeno 17 studenti in un locale. «Sono stati avvelanati»: è mistero

I corpi di almeno 20 persone, per lo più giovani, sono stati scoperti in un night club in un sobborgo di East London, in Sudafrica, ha riferito la polizia locale. «Ci sono diciassette giovani che sono stati trovati morti in un locale notturno a East London. Le circostanze della morte non sono note in questo momento», ha affermato il capo della polizia provinciale, il generale Thembinkosi Kinana, al canale televisivo eNCA.

Studenti morti in un locale, ipotesi avvelenamento

Potrebbe essere stato un avvelenamento, forse causato da qualche bevanda alcolica artigianale, la causa della morte di almeno 20 teenager trovati cadaveri all'alba in una 'taverna', un locale notturno, di East London, una città del Sudafrica che si affaccia sull'oceano Indiano. La polizia locale ancora non si sbilancia, ma Unathi Binqose, un funzionario del governo della sicurezza giunto sul posto all'alba, ha detto ai giornalisti che sui corpi delle vittime, alcuni trovati ancora seduti ai tavoli, non vi erano segni di lesioni tali da far pensare a una calca, e che sulla strada di fronte al locale giacevano numerose bottiglie vuote di alcol. «È assolutamente incredibile, incomprensibile, perdere 20 giovani vite in questo modo», ha detto ai giornalisti, secondo la stampa locale, condannando «il consumo illimitato e disgraziato di alcolici». 

 

I genitori cercano i figli tramite twitter

Su twitter alcuni genitori chiedono ancora notizie dei propri figli (alcuni ragazzi sono ricoverati in ospedale in gravi condizioni) e rimbalzano ipotesi e polemiche sul mancato rispetto delle norme in questo genere di locali, dove i minorenni non potrebbero essere ammessi e meno ancora consumare alcol. Il proprietario del locale ha detto che non era presente sul posto al momento della strage, ma dovrà comunque rispondere di quanto accaduto. Di certo - ha aggiunto Bingose, nella taverna si trovavano molte più persone del consentito, come provano anche alcuni video postati sui social, in gran parte studenti delle superiori minorenni che celebravano la fine degli esami. Il presidente del Sudafrica Ramaphosa ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime, dicendosi preoccupato per le circostanze dei decessi. 

Ultimo aggiornamento: 20:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA