Alaska, strada ricostruita in 4 giorni dopo il terremoto di magnitudo 7.0

ARTICOLI CORRELATI
14
  • 374
Minnesota Boulevard, Anchorage. Alle 9 del mattino del 30 novembre, l'auto con le luci ancora accese era in equilibrio tra i pezzi d'asfalto franati per il terremoto che ha scosso l'Alaska. Stesso posto, stessa strada ma quattro giorni dopo. L'auto non c'è più, così come il pauroso cratere.
 
 


La strada è stata ricostruita a tempo di record. Lo testimonia la pagina Facebook di "Alaska Tour & Travel": «Ecco un altro grande esempio di come gli "Alaskans" abbiano risposto al terremoto di venerdì scorso. La rampa di accesso all'aeroporto internazionale e la Minnesota Boulevard di Anchorage sono state riaperte questa mattina, con un asfalto completamente nuovo». Nessun fake, nessun foto montaggio. Lo testimoniano i migliaia di commenti correlati da immagini di altri abitanti della zona. L'Alaska è già ripartita, dopo la paura per il sisma 7.0
 


 
Giovedì 6 Dicembre 2018, 14:43 - Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 07:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-12-07 17:28:50
In Italia li faremmo in tre....................anni
2018-12-07 00:55:48
Quattro giorni, hanno tentato di emularci ma non ci sono riusciti. Evidentemente non c'era nessuno che ha riso dopo la scossa e non sono circolate mazzette. Ritentate, sarete più fortunati.
2018-12-06 20:36:42
Qui da noi non sono state ancora completate le ricostruzioni del Belice e dell'Irpinia. Vergogna!!!
2018-12-06 20:09:03
Per fortuna non cè un sindaco chiamato giggino.Tutto ok
2018-12-06 19:45:01
la cosa più incredibile è che il tutto non pesa sulla comunità,sia in termini economici sia in termini di sofferenza di viabilità,da noi non si riesce a terminare lavori che durano decenni,milioni di euro che spariscono senza un risultato utile,non possiamo neanche prendere esempio,questione di mentalità, i politici che noi adoriamo ideologicamente in alaska verrebbero mandati a zappare!!

QUICKMAP