Scoperto su un'isola britannica un tesoro vichingo da 100 pezzi d'argento di circa 1.000 anni fa

Lunedì 19 Luglio 2021 di Marta Ferraro
Scoperto su un'isola britannica un tesoro vichingo da 100 pezzi d'argento di circa 1.000 anni fa

Un'incredibile collezione di 100 pezzi d'argento, principalmente monete risalenti all'era vichinga e scoperta nell'aprile di quest'anno sull'Isola di Man, una dipendenza della Corona britannica situata tra la Gran Bretagna e l'Irlanda, è stata dichiarata tesoro da un giudice istruttore, secondo quanto comunicato dall'organizzazione del Patrimonio Nazionale.

Come riporta il sito manxnationalheritage, le autorità hanno specificato che i pezzi d'argento sono stati scoperti da Kath Giles, che aveva già fatto un'altra favolosa scoperta archeologica alla fine del 2020, mentre cercava resti su un terreno privato con l'aiuto di un metal detector.

L'ultimo tesoro scoperto da Giles, il quarto nel suo conto personale negli ultimi tre anni, è costituito da 87 monete provenienti da luoghi diversi, alcune delle quali centesimi, coniate circa mille anni fa negli attuali territori di Irlanda, Inghilterra, Germania e Isola di Man.

Le monete dell'Irlanda e dell'Isola di Man mostrano il re Sigtrygg II, che governò Dublino. Inoltre, su alcune di esse è possibile vedere i re d'Inghilterra Canuto ed Etelredo II, nonché l'imperatore del Sacro Romano Impero, Otto di Sassonia.

Gli altri 13 pezzi del tesoro, detti tagli, sono pezzi d'argento che venivano accettati come moneta, e il cui valore era dettato dalla purezza del materiale. Questa forma di pagamento evidenzia la flessibilità dell'economia durante l'età vichinga.

 

Ultimo aggiornamento: 20 Luglio, 20:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA