Olimpiadi, medaglie del riciclo realizzate con piccoli dispositivi elettronici forniti dalla popolazione

Mercoledì 21 Luglio 2021
Tokyo, medaglie del riciclo per giochi olimpici a impatto zero

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 saranno all'insegna della sostenibilità e le stesse medaglie, l'oggetto più importante a cui aspirano gli atleti che vi partecipano, sono realizzati con materiali di riciclo, in particolare con piccoli dispositivi elettronici. Gli oro, argento e bronzo che verranno assegnati agli atleti dal 24 luglio al 9 agosto prossimi sono frutto di un'operazione che ha coinvolto l'intero Giappone, attraverso il «Progetto Tokyo 2020 Medal» le circa 5.000 medaglie sono state prodotte con il riutilizzo di smartphone, laptop, pc o macchine fotografiche forniti dalla stessa popolazione. Hanno partecipato all'iniziativa oltre duemila negozi di elettronica e più di 1300 scuole, con il contributo di Ntt Docomo, il più importante operatore telefonico giapponese. In due anni, da quando è partito il progetto, sono stati raccolti materiali per un totale di quasi 80mila tonnellate di scarti (sei milioni di smartphone utilizzati).

Olimpiadi, Italia del softball sconfitta all'esordio con gli Usa

 

Oggetti che sono stati fusi per ottenere le leghe utili per creare le medaglie di Tokyo 2020. Così sono stati recuperati oltre 30 chilogrammi d'oro, circa 3500 di argento e 2200 di bronzo. Un chiaro esempio di economia circolare per il risparmio e il riutilizzo di materiali di scarto: con l'auspicio, ha sempre sottolineato il comitato organizzatore, che anche le future edizioni dei Giochi possano seguire questa strada che mira al risparmio e strizza l'occhio all'ambiente. Ma anche un progetto che questa volta ha coinvolto la popolazione in tutto, Alla fine le medaglie sono state progettate da Junichi Kawashini, che ha battuto la concorrenza dei 400 designer che hanno preso parte al concorso. In quei metalli frutto del riciclo i simboli delle Olimpiadi, il valore degli atleti e quelli dell'amicizia. L'operazione riciclo per le Olimpiadi a impatto zero coinvolge anche la torcia, chiamata Sakura e ispirata al ciliegio giapponese, che nasce da scarti di alluminio, mentre i podi dalla plastica.

 

Tokyo 2020, Italia sogni d'oro: ecco tutti gli azzurri che sperano

Ultimo aggiornamento: 22 Luglio, 10:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA