Perde una mano mentre lavorava in fabbrica, i medici la salvano con un trapianto choc

Perde una mano mentre lavorava in fabbrica, i medici la salvano con un trapianto choc
Sabato 25 Luglio 2015, 10:38 - Ultimo agg. 12:03
2 Minuti di Lettura

CHANGSHA - Una mano 'attaccata' alla gamba in attesa di poterla riunire al braccio. È la soluzione all'avanguardia che hanno trovato i chirurghi dell'Ospedale Xiangya di Changsha, nella Cina centrale, per salvare l'estremità di un uomo vittima di un grave incidente sul lavoro.

Il signor Zhou - rivela la Cnn - aveva subito gravi ferite utilizzando una macchina a lama rotante nella fabbrica dove lavora. Il team trapiantologico guidato da Tang Juyu ha scelto una singolare procedura per mantenere la mano attiva e aspettare il momento opportuno per riattaccarla al paziente:

«Ci sono grandi rischi nel procedere direttamente con l'operazione al braccio, quando i tessuti mozzati della zona sono molto danneggiati», ha spiegato Tang. La scelta è stata dunque quella di innestare la mano al polpaccio destro di Zhou, collegando tessuti e vasi sanguigni per mantenerla viva e fare rigenerare anche le parti lese del braccio.

L'operazione è stata una «corsa contro il tempo», dicono i chirurghi, ma dopo circa un mese, i vasi sanguigni e i tendini del braccio erano guariti e i medici hanno potuto riattaccato la mano, guarita anch'essa, all'arto. Ora il paziente dovrà sottoporsi a sedute continue di riabilitazione per recuperare il pieno uso della mano.