Trovato il relitto della Lady Lex, nave Usa affondata durante la Seconda guerra mondiale

La portaerei è stata rinvenuta dal team guidato da Paul Allen, co-fondatore di Microsoft
di Rachele Grandinetti

Era soprannominata “Lady Lex” la portaerei americana rinvenuta al largo della costa orientale dell'Australia da un team guidato dal co-fondatore di Microsoft, Paul Allen che, da diversi anni, si è messo alla ricerca di navi da guerra affondate durante il secondo conflitto mondiale. Ufficialmente localizzata lo scorso 4 marzo, la USS Lexington giaceva a 3mila metri di profondità, a più di 800 chilometri a est della costa australiana. Affondata nel 1942, combatté insieme alla USS Yorktown contro tre portaerei giapponesi dal 4 all’8 maggio nella battaglia del Mar dei Coralli, la prima nella storia tra portaerei. Lady Lex ne uscì danneggiata in modo irrecuperabile e venne deliberatamente affondata alla fine dello scontro da un’altra nave da guerra americana. Più di 200 marinai morirono durante quegli scontri in mare ma la maggior parte dell’equipaggio venne salvata prima che si lasciasse cadere a picco.

"Lady Lex è affondata con 35 aerei. Finora la nave di ricerca, R/V Petrel, ne ha trovati 11. Ecco qualche immagine di due bombardieri Douglas TBD-1, che giacciono uno sopra l'altro, e uno zoom sul monomotore da caccia Grumman F4F Wildcat", ha scritto su twitter Allen per annunciare il ritrovamento. Su uno degli aerei in fondo al mare, si vede l'emblema con "Felix the Cat": il personaggio cartoon insieme ad alcune bandierine giapponesi, probabilmente, simboleggiavano i nemici abbattuti.

Martedì 6 Marzo 2018, 15:27 - Ultimo aggiornamento: 06-03-2018 20:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP