Guerra Ucraina, Trump: «Mettiamo una bandiera cinese sui caccia e bombardiamo la Russia»

Domenica 6 Marzo 2022
Trump: «Mettiamo una bandiera cinese sui caccia e bombardiamo la Russia»

Donald Trump rilancia la sua personalissima soluzione alla guerra in Ucraina. L'ex presidente in un evento a New Orleans ha scherzato affermando che gli Stati Uniti dovrebbero «mettere la bandiera cinese» sui caccia F22 e «bombardare a tappeto la Russia». «Poi diciamo, è stata la Cina, non siamo stati noi e loro cominciano a combattersi tra di loro e noi ci sediamo a guardare», ha detto ancora l'ex presidente tra le risate dei "big donor" repubblicani. Nel discorso di 84 minuti, rivelato dal Washington Post, Trump ha anche lodato il leader nordcoreano Kim Jong Un affermando che è «un tipo duro», apprezzando il fatto che il dittatore abbia «controllo totale» sul suo Paese.

Ucraina, Biden: «Putin pensava di poterci dividere, ma si sbagliava: eravamo pronti»

WikiLeaks, i file segreti: «Putin aveva già deciso. I piani per l’invasione erano pronti nel 2008»

E ribadito che lui è stato molto più duro con Putin degli altri presidenti, nonostante le accuse rivolte alla sua campagna elettorale di aver avuto l'aiuto e il sostegno dei russi per vincere le elezioni del 2016. «Io ho conosciuto bene Putin, non l'avrebbe fatto, non l'avrebbe mai fatto», ha detto ripetendo, come aveva fatto nei giorni scorsi, che Putin non avrebbe mai invaso l'Ucraina se lui fosse stato ancora presidente.

 

Ultimo aggiornamento: 7 Marzo, 07:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA