Trump licenzia il "falco" John Bolton via Twitter, il consigliere: «Mi sono dimesso io». Il disaccordo sull'Iran

Trump licenzia John Bolton: il “falco” consigliere per la sicurezza nazionale
di Anna Guaita

NEW YORK – Era nell’aria. Da tempo si sapeva che Donald Trump era entrato in rotta di collisione con il suo consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton. E ora il presidente ha rotto gli indugi, annunciandone il licenziamento.

Bolton è stato il “falco” dell’Amministrazione, sempre favorevole a interventi militari, e contrario al dialogo. Ultimamente le sue posizioni lo avevano contrapposto alle posizioni più moderate del segretario di Stato Mike Pompeo, e girava voce che i due neanche si parlassero più.

L’annuncio del licenziamento è arrivato con uno dei soliti tweet di Trump: “Ho chiesto le dimissioni a John, e lui le ha presentate prontamente” ha scritto il presidente. Il testo del messaggio era abbastanza duro: “Sono stato in forte disaccordo con molti dei suoi suggerimenti, e così anche altri nell’Amministrazione”. Non esattamente un addio affettuoso.

Bolton è stato il terzo consigliere per la sicurezza nazionale di Trump. Ha preso il posto di HR McMaster nell’aprile del 2018. Aveva guà fama di essere un intransigente, e nell’Amministrazione di George Bush junior era stato indicato come “il più falco dei falchi” per aver spinto senza sosta a favore della guerra contro l’Iraq.

Ultimamente era apparso evidente che Donald Trump lo aveva messo da parte, tra gli altri motivi perché avrebbe voluto aprire un negoziato con l’Iran, contro il parere di Bolton, che invece sarebbe favorevole a ricorrere alle armi contro il regime dei mullah.
Martedì 10 Settembre 2019, 18:30 - Ultimo aggiornamento: 11 Settembre, 10:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-09-10 19:21:30
Forse si stà accorgendo che a livello internazionale ha litigato con troppi e che si sta chiudendo in un angolo visto che anche la maggior parte degli alleati si stanno stufando delle sue politiche tendenti a mettere in crisi Iran e Cina che in questo momento di crisi economica incidono negativamente sulle loro economie. Inoltre a peggiorare le cose è stata la sua politica protezionistica della economia USA
2019-09-10 18:48:18
un platinato solo al comando!!!!

QUICKMAP