Brasile, uccide una ragazza e confessa «era un desiderio dell'infanzia»

Venerdì 8 Aprile 2022 di Marta Ferraro
Uccide una ragazza e confessa «era un desiderio dell'infanzia»

Un uomo sospettato di aver ucciso e seppellito il corpo di Laryssa Victória nel proprio cortile, a Ouro Preto do Oeste, Brasile, è stato interrogato e ha confessato di aver ucciso la diciassettenne per assecondare «il desiderio di uccidere» che aveva fin dall'infanzia. L'informazione è stata confermata a g1 dalla Polizia Civile.

Secondo il capo della polizia Niki Locatelli, responsabile del caso, Ronaldo dos Santos Lira ha testimoniato e ha fornito dettagli su come ha ucciso Laryssa. L'interrogatorio è durato più di cinque ore e ha più di 10 pagine di trascrizione. «Ha rivelato di avere questo desiderio fin dall'infanzia, ha sempre voluto uccidere qualcuno e vederlo soffrire. Dice di aver guardato molti video e di aver visto persone squartate e ne trae piacere», ha commentato il delegato.

Secondo le informazioni della dichiarazione di Ronaldo alla polizia civile, l'uomo è uscito di casa con l'intenzione di uccidere qualcuno. Alla fine ha trovato Laryssa e ha sentito la «chiamata» che doveva essere lei. In qualche modo che non ha ancora rivelato, ha convinto la ragazza ad andare a casa sua. 

Il giorno seguente, mentre Laryssa dormiva, ha preso la borsa della vittima, le ha avvolto la cinghia intorno al collo e ha tentato uno strangolamento. In quel momento, l'adolescente si sarebbe svegliata e avrebbe chiesto perché lo stesse facendo. Poi Ronaldo dice di aver preso un coltello e di averla accoltellata. «Sono descrizioni di un crimine scioccante e terrificante. Ha commosso davvero anche noi investigatori», ha concluso Niki.

Il corpo della 17enne Laryssa Victória è stato trovato il giorno dopo il delitto, sepolto nel cortile della casa di Ronaldo dos Santos Lira, assistente sociale di Ouro Preto. 

La ragazza era scomparsa da due giorni. Il padre dell'adolescente riferisce di averla cercata durante la notte e anche il giorno seguente, ma non l'ha trovata.

La polizia ha iniziato a indagare sulla scomparsa e ha trovato filmati delle telecamere di sicurezza che mostravano la giovane in compagnia di un uomo di 36 anni, identificato come Ronaldo dos Santos Lira. In alcune delle immagini analizzate dagli investigatori si vede la vittima barcollare e quasi cadere, trascinata dal sospetto per le strade del quartiere di Colina Park

© RIPRODUZIONE RISERVATA