Lione, studente francese
si dà fuoco e accusa Macron:
non ho i soldi per vivere

Domenica 10 Novembre 2019
LIONE  Uno studente francese di 22 anni versa in condizioni critiche dopo essersi dato fuoco davanti ad un affollato ristorante universitario a Lione. Poche ore prima del drammatico gesto il ragazzo ha scritto su Facebook delle sue difficoltà finanziarie incolpando espressamente il presidente Emmanuel Macron e i suoi predecessori Hollande e Sarkozy, ma anche la leader dell' estrema destra Marine Le Pen, l'Unione europea e i media, di «averlo »ucciso«. Lo riferisce la Bbc. Nel post il ragazzo, studente all'università di Lyon 2, ha confessato di non avere più la forza di affrontare le difficoltà di vivere con 388 euro al mese. »Combattiamo contro l'ascesa del fascismo, che non fa altro che dividerci ... e il liberalismo che crea disuguaglianze«, ha scritto. »Accuso Macron, Hollande, Sarkozy e l'Ue di avermi ucciso, creando incertezze sul futuro di tutti, e accuso anche Le Pen e i media di generare paura«, ha aggiunto. Ultimo aggiornamento: 21:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA