Un uomo condannato all'ergastolo per aver ucciso sua moglie con una dose letale di eroina nei suoi cereali

Lunedì 13 Dicembre 2021 di Marta Ferraro
Un uomo condannato all'ergastolo per aver ucciso sua moglie con una dose letale di eroina nei suoi cereali

Il giudice David Newblatt del tribunale di Genesee, Michigan, USA, ha condannato all'ergastolo Jason Harris per aver ucciso sua moglie Christina Davis con una dose letale di eroina che aveva messo nella sua porzione di cereali nel 2014. Il verdetto arriva dopo che una giuria ha dichiarato colpevole l'uomo il 17 novembre, secondo quanto riferisce AP

L'uomo ha orchestrato l'intero piano per coprire le tracce e portare a compimento la sua missione. Secondo le testimonianze rese durante il processo, il 28 settembre 2014 il criminale ha consegnato il cibo avvelenato alla moglie. 

La mattina seguente l'uomo ha informato la polizia che sua moglie dormiva quando è uscito di casa con i due figli. Preoccupato per la sua salute e non avendo ricevuto risposta a chiamate e messaggi, ha chiamato un vicino per avere notizie di Christina. Successivamente L'ha trovata fredda al tatto e priva di sensi. Un'altra residente, un'infermiera di professione, ha chiamato i servizi di emergenza, che hanno potuto solo verificare la morte della donna.

Inizialmente, nel 2014, il medico legale Brian Hunter aveva classificato la morte di Christina come un'overdose accidentale, ma i familiari della vittima hanno insistito sul fatto che la donna non faceva uso di droghe. Dopo alcuni anni, gli investigatori hanno cominciato a sospettare che potesse essere un omicidio orchestrato dal marito e nell'agosto 2019 la causa della sua morte è stata cambiata in omicidio.

Al momento della sua morte, Christina Harris aveva partorito da otto mesi e nei campioni di latte materno che erano stati raccolti non c'era evidenza di droghe. Il giudice ha stabilito che era una forte indicazione che Harris non stava usando narcotici prima di morire. 

Jason Harris è stato accusato di omicidio e altre accuse nel 2019, ma prima che accadesse, ha raccolto 120.000 dollari in un'assicurazione sulla vita per la morte della coniuge. Gli agenti hanno anche scoperto che Jason aveva acquistato un biglietto aereo per il Rhode Island appena nove giorni dopo la tragedia per visitare una donna con la quale aveva scambiato più di 5.800 messaggi e viveva con lei due mesi dopo.

Ultimo aggiornamento: 18:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche