Usa e Brexit, caos nel caos: ecco perché Trump rappresenta l'ultima spiaggia per il Regno

ARTICOLI CORRELATI
di Luca Marfé

  • 85
Caos nel caos.

Il primo è quello della Brexit e di un Regno Unito che non sa cosa fare né sa come farlo. Il secondo è quello di Donald Trump che sbarca a Londra come sempre preceduto dal suo bel vortice di polemiche.

Gli occhi del mondo sono puntati sulla capitale inglese dove politica, economia, diplomazia e protocollo si incontrano alla corte della regina Elisabetta. Ed è proprio di tutta la sua esperienza che c’è bisogno per far sì che la Gran Bretagna stringa la mano agli Stati Uniti, mentre con l’altra continua la sua rissa con l’Unione Europea.

Se le relazioni con Bruxelles sono ridotte ai minimi storici, insomma, quelle con Washington devono necessariamente decollare o quanto meno funzionare. Nonostante la differenza estetica e sostanziale tra la sovrana 93enne, maestra di aplomb e di stile, e il tycoon furioso, agitatore di acque e di tweet.

A proposito di “cinguettii”, tanto per non smentirsi, il presidente americano prima ancora di scendere dall’aereo si è scagliato via Twitter contro il sindaco di Londra che senza troppi giri di parole etichetta come «fallito» e «disgustoso». Con il primo cittadino che dal canto suo, soltanto poche ore fa, aveva dato a Trump del «fascista».




Tutto in bilico, dunque. O persino peggio. Basti pensare alla premier Theresa May con cui The Donald ha sempre avuto una relazione complicata e il cui destino è abbondantemente già segnato.
Tutto in bilico e nessuna possibilità di sbagliare, di scatenare l’ennesima rottura.

Questa volta, peraltro, non si tratta di una visita fugace quale fu ad esempio quella dell’estate scorsa, che si tradusse in una mezz’ora di tè in quel di Windsor.

Questa volta c’è di mezzo un banchetto, un abbraccio allargato tra le due famiglie, con Meghan Markle unica assente, seppur giustificata dai doveri di maternità. Qualcuno prova a costruire una polemica pure su questo, ma la duchessa di Dussex, pur non avendo mancato in passato di attaccare il suo presidente (la Markle è californiana, ndr), molto semplicemente non ha ancora ripreso la sua vita di corte.



In prima linea, invece, ci sono il principe Harry e Melania. Con la First Lady che pare si sia preparata per mesi così da essere impeccabile, come sempre nell’aspetto e nella scelta degli abiti, ma anche e soprattutto nelle maniere e negli atteggiamenti da esibire al cospetto di Elisabetta II.

Un appuntamento complesso. Quello tra le due donne, e quello tra i due Paesi, che non possono permettersi il lusso di non capirsi.

Non sarà facile. Non come bere una tazza di ottimo tè inglese.

Ma sarà necessario e magari addirittura fruttifero.

Lunedì 3 Giugno 2019, 11:00 - Ultimo aggiornamento: 03-06-2019 16:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP