Scontri Usa, morto un poliziotto: è la quinta vittima. Uno degli assalitori aveva 11 molotov

Venerdì 8 Gennaio 2021

Tra le vittime dell'assalto a Capitol Hill del 6 gennaio c'è anche un agente della polizia del Congresso, morto in seguito alle ferite riportate durante l'assedio dei fan di Donald Trump a Capitol Hill. Lo ha reso noto la polizia. L'agente Brian Sicknick «è stato ferito mentre si opponeva fisicamente ai manifestanti - si legge in una nota -. Tornato in caserma è poi crollato. Portato in ospedale è morto in seguito alle ferite». 

Intanto emergono nuovi dettagli sull'assalto: uno dei manifestanti pro Trump arrestati aveva un'arma automatica in stile militare e 11 bombe molotov. Lo ha reso noto la procura federale della capitale. Nell'assalto è stato rubato anche un laptop dall'ufficio della speaker della Camera Nancy Pelosi. 

Arrestato l'uomo con i piedi sulla scrivania di Pelosi

L'uomo che si è seduto alla scrivania di Nancy Pelosi, poggiandoci i piedi sopra, è stato arrestato: si tratta di Richard Barnett, fermato a Little Rock, in Arkansas, e accusato di condotta disordinata e furto di proprietà pubblica. «Anche se avete lasciato Washington potete ancora attendervi che qualcuno bussi alla vostra porta», afferma l'Fbi. Sono 15 finora le persone incriminate a livello federale per gli scontri al Congresso. Lo riferisce il ministero della Giustizia.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 21:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA