Usa di nuovo a rischio shutdown, Trump tradito da un suo senatore

Usa, scongiurato lo shutdown: Trump firma legge bipartisan. A
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 1
Donald Trump ha firmato la legge bipartisan per un bilancio biennale che mette fine ad uno shutdown lampo, durato meno di nove ore. Lo ha reso noto lui stesso su Twitter. «Ho appena firmato la legge. Il nostro esercito ora sarà più forte che mai. Noi amiamo e abbiamo bisogno del nostro esercito e gli abbiamo dato tutto, e di più. È la prima volta dopo tanto tempo che questo accade. Significa anche posti di lavoro, posti di lavoro, posti di lavoro!», ha cinguettato. A 'tradire' l'amministrazione del magnate era stato il 'fuoco amico': lo stallo in Senato, durato per alcune votazioni, è stato causato infatti dall'ostracismo di un membro repubblicano del Congresso, Rand Paul.
 


LEGGI ANCHE ---> Cos'è lo shutdown e cosa provoca negli Usa e nell'economia mondiale​



LEGGI ANCHE ---> Stati Uniti, niente accordo sul bilancio: scatta lo "shutdown". Bloccati stipendi e attività federali

LO STALLO L'ex candidato presidenziale Rand Paul, esponente dei Tea Party e contrario all'aumento del debito pubblico. Paul ha infatti parlato a oltranza per oltre sei ore - bloccando il voto in Senato, che è stato rinviato - contro l'aumento della spesa e del tetto sul debito. Dalla mezzanotte e un minuto di Washington (le 6:01 in Italia), dunque, tutte le attività federali, a partire dai servizi meno essenziali, sono state interrotte, ma anche questa volta la 'paralisi federalè dovrebbe durare poco perchè si prevede che il Senato approvi l'accordo bipartisan sul budget 2018-2019 alla ripresa delle votazioni che dovrebbe arrivare in mattinata (nel primo pomeriggio in Italia).
Venerdì 9 Febbraio 2018, 09:13 - Ultimo aggiornamento: 10-02-2018 07:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP