Vaccini, in Francia evitate 47.400 morti: lo studio dell'Università di Montpellier

Martedì 31 Agosto 2021
Vaccini, in Francia evitate 47.400 morti: lo studio dell'Università di Montpellier

In Francia la campagna vaccinale nazionale ha evitato ben 47.400 morti. A rilevarlo è uno studio dei ricercatori dell'Università di Montpellier, nel sud della Francia, coadiuvati dai rianimatori degli ospedali di Nimes e Caen. Nel computo i decessi da virus evitati fra il 1 gennaio e il 20 agosto. Nonostante la prudenza degli autori, in omaggio al rigore scientifico e tenuto conto dei limiti dello studio, esso dà un quadro delle morti evitate negli ospedali e aggiunge che grazie ai vaccini, a 39.100 persone è stato risparmiato il ricovero in terapia intensiva.

 

Candido Avezzù, il poliziotto morto di Covid. L'ex compagna: «No-vax convinto, diceva “sono più forte del virus”»

La percentuale è di 46% rianimazioni e 57% decessi in meno. In Francia è cominciata intanto la campagna per l'inoculazione della terza dose di vaccino per gli over 65 e gli immunodepressi. Per il ministro della Salute, Olivier Véran, «il paese non è più di fronte alla prospettiva di un nuovo lockdown grazie a vaccinazioni e campagna massiccia di tamponi».

Studenti, uno su tre non è protetto. I pediatri: «Vaccinatevi»

Ultimo aggiornamento: 18:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA