Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaiolo delle scimmie dove si trova: contagio in 11 Paesi europei (e 200 casi nel mondo). La mappa

Martedì 24 Maggio 2022
Vaiolo delle scimmie dove si trova: tutti i casi in Europa. La mappa del contagio

Più di 200 casi in tutto il mondo. Il vaiolo delle scimmie dilaga e gli esperti si attendono un aumento: anche perché molti contagi sono sospetti. E così ritiene anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che si aspetta di scoprire altri casi grazie all'ampliamento della sorveglianza nei Paesi in cui la malattia non è ancora stata identificata. Nell'UE, dal 15 maggio sono stati identificati 67 casi in undici paesi: Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna e Svezia.

Vaiolo delle scimmie, primo caso in Slovenia: il paziente era appena tornato dalle Canarie

Vaiolo delle scimmie dove si trova

Tra il 13 e il 21 maggio sono stati confermati almeno 92 casi in laboratorio e 28 casi sospetti di vaiolo delle scimmie sono stati segnalati all'OMS da 12 Paesi in cui il virus non è endemico. Nei Paesi non endemici, un caso è considerato un focolaio. Il 23 maggio, altri cinque Paesi hanno segnalato i primi casi confermati, portando a 17 il numero totale di nazioni che hanno segnalato focolai quest'anno. Finora, però, non sono stati segnalati decessi associati in questi Paesi.

 

 

La situazione in Europa

Nel Regno Unito sono stati identificati altri 36 casi, portando il numero totale di infezioni da vaiolo delle scimmie a 56, secondo l'Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito lunedì. Nell'UE, dal 15 maggio sono stati identificati 67 casi in nove paesi: Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna e Svezia. Sebbene i numeri rimangano relativamente bassi, lunedì il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha raccomandato che i paesi si concentrino sulla rapida identificazione, gestione, tracciamento dei contatti e segnalazione di nuovi casi di vaiolo delle scimmie. I seguenti Paesi hanno segnalato nuovi casi confermati di vaiolo delle scimmie quest'anno: Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti (13 maggio - 21 maggio). Mentre il 22 maggio e il 23 maggio si sono aggiunte Austria, Danimarca, Israele, Scozia e Svizzera.

Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 08:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA