Venezuela, opposizione in piazza contro Maduro: 4 morti negli scontri

Mercoledì 23 Gennaio 2019

Sono almeno quattro le persone rimaste uccise in Venezuela prima dell'inizio della grande manifestazione indetta oggi dall'opposizione contro il presidente Nicolas Maduro. Tra le vittime un giovane di 16 anni rimasto ucciso in una sparatoria. Gli scontri si sono avuti soprattutto nella zona di Catia, un quartiere popolare molto vicino al Palazzo presidenziale di Miraflores. E, secondo quanto riporta El Mundo, sono almeno cinque le persone rimaste ferite in sparatorie che si sono avute nel corso della notte. Juan Gauido, il presidente dell'Assemblea Nazionale e capo dell'opposizione che ha indetto la manifestazione, ha rivolto un appello alla popolazione civile ed alle forze armate. «Oggi è una data storica per il nostro Paese - ha detto ricordando che il 23 gennaio del 1958 cadde la dittatura di Perez Jimenez - a tutte le forze Forze armate il nostro appello è molto chiaro, questo Parlamento vi tende la mano e vi chiede di mettervi al fianco della Costituzione e del popolo, il vostro popolo».

Oggi i venezuelani sono scesi di nuovo in piazza contro il presidente Nicolas Maduro e il suo governo. L'Assemblea nazionale controllata dall'opposizione ha lanciato un appello per manifestazioni nazionali dopo aver accusato il governo di Caracas di «aver usurpato il potere» e aver chiesto nuove elezioni. Dal canto suo, Maduro e i suoi sostenitori prevedono di organizzare una manifestazione parallela al di fuori del palazzo presidenziale di Miraflores. Le proteste si svolgono in una data altamente simbolica per i venezuelani, dal momento che oggi è il 61esimo anniversario di una rivolta civile e militare che ha rovesciato l'ex dittatore venezuelano, il generale Marcos Perez Jimenez. Alcuni disordini si sono registrati già all'inizio della settimana a Caracas. Una piccola squadra di militari della Guardia nazionale, sostenendo di essere membri delle forze armate venezuelane, ha tentato una rivolta contro Maduro e innescato violente proteste di piazza. Una ribellione rapidamente neutralizzata, senza alcuno spargimento di sangue e seguita dall'immediato arresto di 27 soldati.

 

Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio, 08:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA