Usa, sparatoria a Washington: tra i 5 feriti un deputato repubblicano, ucciso l'attentatore

Mercoledì 14 Giugno 2017
Usa, sparatoria a Washington: tra i 5 feriti un deputato repubblicano, ucciso l'attentatore

Una sparatoria è avvenuta in un campo di baseball di Alexandria dove si stava svolgendo l'allenamento della squadra del Congresso dei repubblicani con oltre 25 parlamentari sul diamante. Tra le diverse persone rimaste colpite, almeno cinque, c'è Steve Scalise, 52 anni, il 'whip', una sorta di capogruppo del partito, insieme ad almeno due poliziotti del Congresso. L'attentatore, indentificato come James T. Hodgkinson, bianco, 66 anni, armato con un fucile automatico, un pistola e alcuni caricatori, è morto dopo il ricovero in ospedale. Vengono inoltre definite stabili le condizioni del parlamentare, di fatto il numero 3 del partito repubblicano, ferito a una gamba e un'anca. 

L'attentatore avrebbe «apparentemente» fatto il volontario per la campagna elettorale di Bernie Sanders. Lo afferma lo stesso ex candidato alla Casa Bianca.

Steve Scalise, il parlamentare repubblicano ferito, versa in condizioni critiche. È quanto emerge dall'ultimo bollettino medico emesso dopo che il deputato è stato operato. Scalise è stato raggiunto da alcuni colpi di fucile ad un fianco.


LO SPARATORE
La morte dell'attentatore è stata annunciata dallo stesso presidente Trump. Il 66enne dell'Illinois, secondo quanto si può leggere in alcuni documenti della contea di St. Clair, Illinois, nell'aprile del 2016 era stato denunciato per aver danneggiato un'auto. Le accuse sono ora decadute. «Ma è uno scherzo? L'ho conosciuto durante la campagna di Bernie in Iowa, abbiamo lavorato insieme nell'area di Quad Cities». Così Charles Orear, un 50enne manager di un ristorante di St. Louis, ha confermato al Washington Post che James Hodgkinson, l'uomo che oggi ha sparato all'esponente repubblicano Steve Scalise ed ad altre quattro persone prima di essere fermato ed ucciso dalla polizia, era un fervente progressista ed un sostenitore del senatore candidato alla nomination democratica. Orear ha descritto Hodgkinson come «una persona silenziosa, riservata» ma che non aveva mancato, quando avevano trascorso del tempo insieme mentre facevano campagna per Sanders anche in Illinois, di mostrarle sue convinzioni politiche, «mostrandosi molto progressista su tutto».

«Prima di entrare in sala operatoria, Steve Scalise era su di morale, ha parlato al telefono con la moglie, ed ha espresso la sua gratitudine per le azioni eroiche degli agenti del Congresso, dei soccorritori e dei colleghi». È quanto ha dichiarato un portavoce del 'majority whip', la terza carica dei repubblicani al Congresso, confermando che il deputato repubblicano è in condizioni stabili ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico.

 

 
  
«Ho sentito 50-60 colpi di arma da fuoco. Se non fosse stato per la polizia saremmo tutti morti». Lo afferma il senatore repubblicano Rand Paul, testimone della sparatoria al campo di baseball repubblicano dove era in corso alle 7.30 (ora locale) un allenamento della squadra dei repubblicani in vista di un match ufficiale contro i democratici: una sfida annuale che prosegue dal 1909. Un ritrovo fra amici, insomma, prima di cominciare la giornata di lavoro che è però precipitato nell'orrore.

Un dramma avvenuto nel giorno del 71° compleanno del presidente Trump: «Un vero amico e patriota». Così il presidente Usa definisce in un tweet Steve Scalise, il deputato repubblicano rimasto ferito oggi nella sparatoria nel campo di baseball della Virginia. «È stato ferito in modo grave ma si riprenderà a pieno - ha aggiunto il presidente - i nostri pensieri e le nostre preghiere sono con lui. Il mio elogio va alla polizia, intervenuta con eroismo. La nostra nazione dà il meglio quando è unita».

Sul campo da baseball c'era anche un bambino di 10 anni. A riferirne è stato il senatore Jeff Flake, precisando che il bambino è il figlio del deputato del Texas Joe Barton. «Il figlio di 10 anni di Joe Barton era lì, lo abbiamo portato dentro al riparo e fatto mettere sotto la panchina», ha raccontato ai giornalisti.

«Grazie ai primi soccorritori che sono intervenuti per aiutare a proteggere quelli che sono stati feriti ad Alexandria. I miei pensieri e le mie preghiere sono con tutti». Lo ha scritto su twitter la first lady, Melania Trump.


Scalise, nato in una famiglia italoamericana della Luisiana, è stato un programmatore di computer prima di darsi alla politica. Il suo primo incarico nel 1995 quando venne eletto nella Camera dei Rappresentanti della Louisiana. 



 

Ultimo aggiornamento: 15 Giugno, 14:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA