CORONAVIRUS

Covid, a Wuhan (città del contagio) 1,4 milioni di bambini senza mascherine oggi tornano a scuola

Martedì 1 Settembre 2020
Covid, a Wuhan suona la campanella: 2,4 milioni di bambini a scuola (senza mascherine)

La Cina riparte, la paura sembra essere alla spalle. Prove di normalità dopo la paura e la morte per il virus che ha messo in ginocchio un intero Paese e poi il mondo intero. Nuovo anno scolastico al via dove solo a Wuhan, città dove a inizio anno ha avuto origine la pandemia di coronavirus, 2.842 tra asili, scuole primarie e secondarie hanno aperto le porte per accogliere 1,4 milioni di studenti. Wang Chifu, vicedirettore dell'ufficio per l'istruzione di Wuhan, citato dalla Xinhua ha spiegato che gli studenti delle scuole primarie e secondarie dovranno portare con sé le mascherine, ma non dovranno indossarle a scuola.
 

 

Wuhan attualmente non ha casi confermati di Covid, ma le sue scuole, così come tutte quelle che si trovano in Cina, hanno adottato rigorose misure per tutelare la salute degli studenti rispetto al coronavirus. I primi a entrare in classe, verso le 7 di questa mattina, sono stati gli studenti della 49 Middle School di Wuhan. Dopo essersi fatti misurare la temperatura, sono stati condotti nelle loro classi lungo un percorso appositamente progettato. Dieci minuti dopo, gli studenti di un altro anno sono entrati nella scuola attraverso un altro percorso.

Scuola, 6 Regioni rinviano. Mascherine, gli scienziati: «Ai banchi non servono»

Scuola e ritardi, edifici fatiscenti o inagibili i nuovi sono solo sulla carta: 1 su 3 non è a norma

Scuola, Lucia Azzolina ai docenti: «Daremo certezze agli studenti»
 

«La sicurezza e la salute di insegnanti e studenti sono la nostra massima priorità», ha detto Yin Weiguo, un funzionario della scuola. «Un'accurata disinfezione è stata condotta in tutte le aule, le mense, i dormitori e i servizi igienici. E verrà eseguita ogni giorno. In ogni classe sono disponibili anche forniture antiepidemiche come mascherine e disinfettanti per le mani», ha aggiunto. Oltre a Wuhan, a Shanghai oltre 1,5 milioni di studenti delle scuole primarie e secondarie hanno iniziato oggi la scuola, mentre a Shenzhen gli studenti sono tornati in 2.628 asili, scuole primarie e secondarie. «Il cambiamento più grande di questo semestre è che non dobbiamo più indossare mascherine in classe», ha dichiarato Gan Siqi, un alunno della città di Liuyang, nella provincia dell'Hunan della Cina centrale, citato dalla Xinhua. «Anche se dobbiamo ancora misurare la temperatura corporea regolarmente, non siamo così nervosi come lo scorso semestre», ha aggiunto.

Ultimo aggiornamento: 14:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA