Accoglienza dei richiedenti asilo,
​tagliola su 20mila operatori

di Francesco Lo Dico

8
  • 62
Medici, operatori, insegnanti, cooperatori, psicologi, assistenti sociali: sono ventimila, tanti quanti i lavoratori di Alitalia, gli under 40 impegnati nel terzo settore che saranno falciati via entro ottobre per effetto del decreto Sicurezza. Sono già 5mila gli italiani in esubero che hanno perduto il posto di lavoro a nove mesi dai tagli all'accoglienza per 1,2 miliardi decisi dal governo. Ma al conto se ne aggiungeranno altri 15mila entro il prossimo 31 ottobre, quando scadrà la proroga concessa dalle prefetture alle organizzazioni che si occupano di richiedenti asilo, e un'intera categoria di giovani italianissimi professionisti si troverà senza un impiego.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 14 Luglio 2019, 11:23 - Ultimo aggiornamento: 14-07-2019 17:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-07-15 13:49:54
Il problema è che ora il PD non è al governo per cui le loro maestranze difficilmente troveranno altro.... Che ne dire di allestire un barcone per la Libia?
2019-07-15 10:16:37
ma non erano volontari??
2019-07-14 21:38:05
solidarietà, volontariato, aiutare il prossimo ...
2019-07-14 14:51:28
immagino una rivoluzione contro il Pd di questi 40 mila a cui era stato garantito un posto sicuro.Vi abbiamo foraggiato per troppo tempo ora trovatevi un lavoro onesto.
2019-07-14 14:02:50
Ecco a cosa servono i clandestini (il vero termine non migranti ,i migranti siamo stati e lo siamo adesso noi con tanto di documento di riconoscimento) ad arricchire questa pletora di nullafacenti.

QUICKMAP