Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Agricoltura biodinamica, alla Camera stop alla legge che la equipara alla biologica

Mercoledì 9 Febbraio 2022
Agricoltura biodinamica, alla Camera stop alla legge che la equipara alla biologica

Stop all'equiparazione tra agricoltura biologica e biodinamica. L'agricoltura biodinamica esce dalla proposta di legge sulla tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell'acquacoltura con metodo biologico. L'Assemblea di Montecitorio ha approvato alla quasi unanimità due emendamenti identici di Riccardo Magi (+Eu) e della commissione che eliminano dal testo l'equiparazione dell' agricoltura biodinamica a quella biologica. Contro questa tutela si erano opposti, tra gli altri, il Nobel Giorgio Parisi e la senatrice a vita Elena Cattaneo.

Gallese, il taglio degli ulivi finisce in parlamento I senatori al ministro: «Così addio biodiversità»

La tutela della agricoltura biodinamica era entrato nel testo, all'articolo 1, durante l'esame in Senato scatenando diverse critiche da parte della comunità scientifica, che si è appellata all'eliminazione di questa particolare norma. «Sono favorevole all'agricoltura biologica, ma la Biodinamica è altra cosa», aveva detto Parisi alla vigilia della discussione in Aula del provvedimento. «Inserirla nella legge che regola il settore ha due significati negativi. Il primo culturale, l'altro economico». Riconoscendola, infatti, «il Parlamento afferma la validità di metodi previsti da Steiner come l'uso di letame maturato nelle corna di vacca, oppure di fiori di Achillea sepolti per mesi nella vescica di cervo maschio». Parisi rilevava inoltre che il marchio Biodinamica «è di proprietà di una società multinazionale con fine di lucro, la Demeter Int., che con il riconoscimento legislativo acquisisce un vantaggio competitivo rilevante rispetto ai tanti agricoltori che con serietà, onestà e sacrificio si sforzano di rispettare i disciplinari dell'agricoltura biologica». 

Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio, 11:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA