Alta tensione Tav, pronto il blitz: Telt vuole sbloccare lavori per 2,5 miliardi

di Umberto Mancini

Stop alla melina sulla Tav. A rompere lo stallo di questi giorni ci penserà probabilmente il cda di Telt, la società mista italo francese incaricata di costruire il tunnel di base della Torino Lione. Dopo il congelamento di tutte le decisioni deciso a dicembre in attesa, come noto, della valutazioni della commissione costi benefici del Mit, il board, convocato per questa mattina, vuole cambiare passo, non avendo nessuna intenzione di perdere altro tempo. In ballo ci sono 2,3 miliardi di appalti da far partire. Per rispettare la tabella di marcia dei lavori della tratta ferroviaria e, soprattutto, non perdere i fondi europei già stanziati.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 19 Febbraio 2019, 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP