CORONAVIRUS

Berlusconi, niente campagna elettorale: la famiglia stoppa l'ex premier

Martedì 8 Settembre 2020 di Emilio Pucci
Berlusconi, niente campagna elettorale: la famiglia stoppa l'ex premier

Confermato il cluster familiare. È risultata positiva al Covid anche la primogenita di Silvio Berlusconi, Marina. Dopo Barbara, Luigi e la compagna dell'ex premier, Marta Fascina, ha contratto il virus anche il presidente di Fininvest e Mondadori che dall'inizio della pandemia non ha mai abbassato la guardia, proteggendo il padre fino all'estate nella sua residenza in Francia, introducendo un rigido protocollo di misure cautelative e chiedendo massima prudenza anche quando l'ex presidente del Consiglio ha lasciato Nizza per farvi poi ritorno per il festeggiamento del suo compleanno.

LEGGI ANCHE Sondaggi politici: gradimento per Conte al 62%

Marina sta bene, è in isolamento, lavora al telefono nella sua abitazione milanese, hanno fatto sapere fonti aziendali. E intanto c'è maggiore ottimismo sullo stato di salute del Cavaliere: il quadro clinico complessivo ha spiegato il medico curante dell'ex premier, Zangrillo, è in miglioramento. Il decorso ospedaliero questo il bollettino di ieri «è coerente con l'evidenza ematochimica e la ripresa di una robusta risposta immunitaria specifica, associata a riduzione degli indici di flogosi».

La sua infezione dovuta a una polmonite bilaterale da Sars-Cov 2 relata è in «riduzione», il Cavaliere sta rispondendo bene ai trattamenti. Resta il regime di riposo, ma Berlusconi spiega chi ha avuto modo di avere informazioni si sta riprendendo, ha ripreso un po' a lavorare, invia qualche documento, l'auspicio è che possa uscire dal San Raffaele in tempi non lunghissimi, prima della fine della campagna elettorale.
 


In realtà proprio dalla famiglia sarebbe comunque arrivato l'invito ad evitare in ogni caso che Berlusconi proprio per i guai fisici pregressi in passato operato per un tumore alla prostata e per la sostituzione della valvola aortica - si rituffi in politica. Perlomeno fino a quando non ci sarà l'assoluta sicurezza che non c'è alcun rischio per la sua salute. Difficile quindi anche il solo ipotizzare un suo blitz in tempo per la data del 20 settembre. Con l'eventuale dispiacere dei forzisti che considerano Berlusconi l'unico capace di trainare consensi e auspicano in ogni caso l'effetto-simpatia, ovvero che la centralità dell'ex presidente del Consiglio sia certificata anche nelle urne. Del resto il partito ha fatto un passo di lato. Nessuno, consapevole della situazione, si intromette negli affari privati del presidente azzurro.

LEGGI ANCHE Berlusconi, è il panfilo acquistato da Murdoch il covo del virus

Tutti in campagna elettorale, vale il documento di unità, con il quale i dirigenti hanno sottoscritto la comune vicinanza al proprio leader. Si è fermata pure la caccia all'untore, anche se restano gli interrogativi su come possa essere accaduto che ad uno ad uno i componenti della famiglia siano risultati positivi al Covid. Ormai pare assodato che l'ex presidente del Consiglio abbia contratto il coronavirus in Sardegna. Del resto fonti vicine a Fininvest hanno fatto trapelare che Marina Berlusconi, la sua famiglia e tutto il personale che era rimasto nella sua villa a Valbonne anche dopo il lockdown, sono rientrati a Milano il 30 agosto, eseguendo il tampone, proprio nei giorni in cui il padre e la sua compagna accusavano leggeri sintomi influenzali. Il 2 settembre positivo l'ex premier, nel week end (ma c'è chi dice già mercoledì) la figlia Marina.

Da giorni è scattata la verifica sanitaria per tutti coloro che sono stati vicini all'ex presidente del Consiglio, in particolar modo per chi la settimana scorsa - si è recato ad Arcore per il solito pranzo del lunedì. Oggi arriveranno dei medici del San Raffaele a villa San Martino affinché tutto il personale faccia il tampone. Non sarebbe risultato positivo, invece, il fratello di Marina, Piersilvio. L'ad di Mediaset si trova comunque in isolamento preventivo e non potrà incontrare di persona il suo omologo in Vivendi, Arnaud de Puyfontaine. Ad Arcore rimane Marta Fascina, asintomatica, che nei contatti telefonici con alcuni parlamentari azzurri avrebbe fornito rassicurazioni sul quadro clinico di Berlusconi arrivato al suo quarto giorno di ricovero nella sua suite di 300 metri quadrati del padiglione chiamato Diamante.

Ultimo aggiornamento: 15:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA