5 Stelle, Berlusconi evoca Hitler e Salvini lo gela: «Meglio tacere»

Mercoledì 25 Aprile 2018
Berlusconi: M5S? Davanti a loro gente si sente come ebrei con Hitler

«Mi hanno detto che davanti ai 5Stelle la gente si sente come gli ebrei davanti a Hitler»: Silvio Berlusconi riaccende scontro con il Movimento 5 stelle dopo la nota frase sui "cessi" ma incassa il gelo da parte di Matteo Salvini il cui commento è durissimo: «Meglio tacere e rispettare il voto degli italiani invece di dire sciocchezze.

Siamo di fronte a un grave pericolo - ha detto l'ex premier Berlusconi -. L'altro giorno stavo dando una mano a delle persone e gli ho chiesto come si sentissero di fronte a questa formazione politica, che non si può certo definire democratica. Uno mi guarda negli occhi e mi dice 'credo che ci sentiamo come gli ebrei al primo apparire della figura di Hitler'».

LEGGI ANCHE: Pordenone, Berlusconi colpito da un uovo
 


«Berlusconi paragona i 5 Stelle ai nazisti? È meglio tacere e rispettare il voto degli italiani invece di dire sciocchezze. Io voglio dare un governo all'Italia, sono stufo di insulti, capricci e litigi», dice il leader della Lega Matteo Salvini commentando le parole di Berlusconi.

Sulle parole di Berlusconi è poi arrivata la precisazione dello staff del Cavaliere: «Per evitare fraintendimenti occorre precisare quanto accaduto oggi durante la visita del Presidente Silvio Berlusconi a Porzus. Al Presidente sono state attribuite parole che - come ha invece chiaramente detto - appartengono ad altri. In particolare la frase legata agli ebrei ed Hitler ("Mi hanno risposto che si sentono come gli ebrei al primo apparire di Hitler") è stata pronunciata da uno dei partecipanti ad un incontro del 24 aprile a Pordenone: è di tutta evidenza che questo concetto è stato semplicemente riferito. Questa frase, che chiaramente non appartiene al pensiero e al sentire del Presidente Berlusconi, lo ha molto colpito proprio per la gravità del contenuto».

«Nel riportarla, ha inteso mettere in guardia da uno stato d'animo che evidentemente è diffuso nel Paese e che bisogna assolutamente scongiurare con il ritorno del rispetto reciproco tra tutte le parti politiche. Questo proprio nello spirito di pacificazione nazionale invocato nel discorso appena pronunciato». 

Ultimo aggiornamento: 26 Aprile, 07:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA