Le spese pazze dei big della politica sui social: sei followers su dieci sono falsi

di Valentino Di Giacomo

1
  • 71
Ne deve fare di strada «Sua Emittenza» per raggiungere chi già da anni ha iniziato ad utilizzare i social network come strumento privilegiato della propria comunicazione politica. Silvio Berlusconi conta su Twitter appena 56mila follower, un decimo dei seguaci di Nicola Zingaretti e Luigi Di Maio o Giorgia Meloni. Inarrivabile è invece Matteo Salvini che viaggia ormai con oltre un milione di follower lasciando tutti indietro. La campagna elettorale in vista delle europee è ormai sempre più social e dietro i tanti post si celano tutte le strategie degli spin doctor dei leader di partito, una pubblicazione senza sosta di accuse, promesse e annunci come un tempo avveniva con gli spot elettorali in radio e tv.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 21 Maggio 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 21-05-2019 13:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-05-21 08:40:54
Non è detto che i followers dei politici siano anche loro sostenitori. In alcuni casi li seguono per le loro vicende private, come se fossero tante Chiara Ferragni. E la vita privata di alcuni di essi in merito dà molta soddisfazione ...

QUICKMAP