M5S, Casaleggio a Roma: «Vorrei più iscritti Rousseau»

Il leader in missione a Roma
«É chiaro, vorrei che gli iscritti fossero di più, abbiamo fissato l'obiettivo di un milione», così Davide Casaleggio a Roma durante una conferenza stampa che si è tenuta a Mnontecitorio per presentare "Activism", una funzione della piattaforma web Rousseau, aperta anche ai non iscritti e che serve per conoscere le iniziative passate e future del M5S. L'applicazione si divide in due sezioni: "Memoria" e "Iniziative correnti e future". Sono entrambe vuote. Nella prima dovrebbero migrare tutte le pagine storiche del blog di Beppe Grillo. 

Le poche decine di migliaia di voti on line alle "parlamentarie" del Movimento 5 stelle sono comunque la maggiore forma di democrazia interna disponibile», lo ha sostenuto Davide Casaleggio, presidente dell'associazione Rousseau e plenipotenziario di fatto della comunicazione del Movimento 5 stelle, nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio.

«Sicuramente - ha detto rispondendo a una domanda su questo tema - il nostro obiettivo è di estendere il più possibile la partecipazione su Rousseau, fare in modo che possano essere sempre di più i cittadini attivi». «Sono pochi, sono tanti? Sicuramente - ha aggiunto - sono più dei tre o quattro che hanno deciso le liste degli altri partiti. É più partecipato il M5S di qualunque altra forza politica».

«Ho un ruolo nella Casaleggio Associati perché ci lavoro, mentre in Rousseau presto la mia attività come volontario, non percepisco soldi, ma metto a disposizione le mie competenze informatiche. Non vedo dove ci sia un conflitto di interessi», ha detto ancora l'imprenditore durante la conferenza stampaa chi gli chiedeva se ci fosse ambuguità tra i due ruoli, quello in azienza e quello in Rousseau. 

Per quanto riguarda il monito del Garante della privacy, Casaleggio ha commentato: 
«Stiamo già lavorando su un sistema di voto che supererà anche il potenziale rischio riguardo alla privacy. Le richieste del garante della Privacy, ha poi spiegato, «alcune sono effettive e altri sono consigli: li abbiamo accolti entrambi. Alcune cose sono in sviluppo ancora in questi giorni, in realtà - ha precisato - ma la maggior parte delle indicazioni sono state ottemperate e altre verranno ottemperate a breve».

Anche Davide Casaleggio ha subito una violazione della sua privacy. L'altra notte l'hacker Rouge0 ha pubblicato il suo numero di telefono, la sua patente, la sua password di accesso al sistema. «Lo scorso anno abbiamo subito un attacco da più persone - ha raccontato Casaleggio - abbiamo fatto una denuncia contro ignoti e so che la Polizia postale sta ancora lavorando. Ho saputo il nome del presunto hacker dalla stampa e non è nostra intenzione attaccare persone che abbiano fatto cose senza dolo: su questo però non ho informazioni per decidere». Così il responsabile di Rousseau, Davide Casaleggio, a proposito della petizione presentata dalla comunità hacker a sostengo dell'hacker "buono" che ha 'forzato' Rousseau solo per segnalarne le falle e che è individuato dalla polizia postale.
 
Giovedì 8 Febbraio 2018, 12:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP