Coronavirus, Speranza: «Vaccinazioni di massa solo nel 2021. Natale? Lunare parlarne ora»

Lunedì 16 Novembre 2020

«Per le vere vaccinazioni di massa dovremo aspettare il secondo semestre del 2021, non prima». Così in un'intervista a La Stampa il ministro della Salute, Roberto Speranza. «Stiamo calmi - dice - il vaccino arriverà, ma sui modi e i tempi io voglio fare un passaggio in Parlamento e poi con le Regioni. In ogni caso, all`inizio avremo solo una quota minima di dosi, che ci consentirà di vaccinare, se va bene, 1,7 milioni di persone, tra personale medico-sanitario e Rsa». E su Natale non si sbilancia. «Mancano quaranta giorni, che sul piano epidemiologico sono un tempo molto lungo. Per me ora è davvero una discussione lunare», afferma Speranza.

 

«Certo, quando faremo la prima giornata di vaccinazioni, che io prevedo si possa organizzare tra la terza e la quarta settimana di gennaio, vivremo un grande evento, anche simbolico. Ma ripeto, dobbiamo dire la verità alla gente: sarà solo una prima fase, che coinvolgerà un numero molto limitato di persone», conclude il ministro.

Ultimo aggiornamento: 17:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA