Autostrada offre mezzo miliardo, il governo rifiuta e va avanti sulla revoca

di Diodato Pirone

  • 2382
l governo, riunito ieri a Genova, non cambia strategia sulla linea dura con Autostrade. E intanto stanzia altri 28,5 milioni di euro per fronteggiare l'emergenza a Genova, aprire cantieri, incrementare il trasporto pubblico su ferro e gomma, garantire alloggi agli sfollati, realizzare percorsi di viabilità alternativa. Sul fronte che si è aperto dopo la tragedia di Genova l'esecutivo giallo-verde ieri ha lanciato questi due nuovi segnali. Mentre Autostrade si mette a disposizione per aiutare le famiglie delle vittime e ricostruire entro la metà del 2019 un nuovo ponte costruendo intanto la viabilità alternativa. Con un tesoretto che per fare fronte alle emergenze conta fino a mezzo miliardo di euro.

Un'«elemosina», come senza mezzi termini la definisce il vicepremier Luigi Di Maio che avverte: «Le loro scuse servono a poco e non vi è modo di alleviare le sofferenze di una città distrutta dal dolore». Insomma, «l'unica strada che il governo seguirà è quella di andare avanti con la procedura di revoca».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 19 Agosto 2018, 09:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP