De Vito non si dimette, il Prefetto di Roma lo sospende da ogni carica

De Vito non si dimette, il Prefetto di Roma lo sospende da ogni carica
ARTICOLI CORRELATI
4
  • 1
Le dimissioni in Campidoglio non sono arrivate, nonostante l'arresto di ieri con l'accusa di tangenti per favorire Parnasi nell'operazione stadio e in altri affari del costruttore. Ci ha pensato il prefetto di Roma, Paola Basilone, allora, a sospendere da ogni carica Marcello De Vito. Per l'esponente del Movimento 5 Stelle, si legge nel decreto della Prefettura, scatta la sospensione "dal diritto alla carica di Consigliere e di Presidente dell'Assemblea capitolina, nonché di consigliere della Città metropolitana di Roma Capitale". La decisione è stata adottata, c'è scritto nell'atto di Palazzo Valentini, in ragione della "applicazione della misura cautelare della custodia in carcere". Insomma, finché De Vito sarà agli arresti, non avrà alcun ruolo in Aula Giulio Cesare.
Giovedì 21 Marzo 2019, 10:54 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2019 16:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-03-21 15:32:30
Giusto metterlo subito fuori dal "Movimento" , se tutti i partiti avessero adottato la stessa procedura dei 5 stelle , l'Italia oggi sarebbe un paese piu' pulito
2019-03-21 16:56:17
Metterlo subito fuori dal movimento non impedisce a questo tizio di completare il suo mandato amministrativo, a meno che non venga condannato prima della scadenza, cosa di cui dubito. Negli altri partiti gli indagati si autosospendono (sempre dal partito, non dalla carica) e finiscono ugualmente il mandato. Ai fini pratici, non cambia nulla. L’onestà appartiene alle persone, non ai partiti; questi ultimi possono promuovere al loro interno il rispetto delle regole, non dichiararsi portatori esclusivi dell’onestà perché, poi, viene fuori un De Vito qualsiasi (nonché l’assessore ed ex vicesindaco della Raggi, Daniele Frongia, notizia dell’ultimora) che si comporta come “gli altri” e viene preso con le mani nel sacco. Certo, li metti fuori dal partito o movimento, non puoi fare altro, ma non è questo che avevi promesso: avevi assicurato l’onestà degli aderenti al movimento. Ed hai fallito. Perché è facile comportarsi bene se non si conta nulla ma diventa maledettamente complicato quando si gestisce un potere qualsiasi.
2019-03-21 13:29:10
bonafede quello che quando va a ricevere all'aeroporto gli assassini si maschera da guardia carceraria!!) ha detto "fatti gravissimi anche se innocente lontano da noi"!!!! alla faccia del garantismo!!!! avete fondato un partito di pornostar e uomini di malaffare e ora ve ne uscite lontano da noi????
2019-03-21 16:16:06
Faccio notare che Bonafede non è del PD e neanche di F.I Forse ha preso un abbaglio.Capita

QUICKMAP