SILVIO BERLUSCONI

Elezioni in diretta, Berlusconi: «Scelta candidati: cambiare sistema». Meloni: «Libertà limitata, voto massima espressione democrazia»

Enrico Letta posta l'emoticon delle dita incrociate e scrive: «Votato! Con un pochino di emozione». Il segretario del Pd è candidato alle suppletive di Siena-Arezzo

Domenica 3 Ottobre 2021
Elezioni e affluenza, Berlusconi: «Scelta candidati: cambiare sistema»

Quali analisi politiche emergeranno da questa tornata elettorale per i partiti? L'alleanza Pd-M5S si rafforzerà? Il centrodestra sconterà le polemiche degli ultimi giorni? Al di là dei nervi tesi (per tutti) e delle tipiche accuse incrociate di violazione del silenzio elettorale, la prova delle urne sarà importante per misurarsi fuori ma soprattutto dentro i palazzi di governo. Il primo commento a caldo, rompendo il silenzio elettorale, lo offre il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi che ha votato stamattina a Milano e che sottolinea come la scelta di un candidato rimanga un momento fondamentale per una comunità democratica. E offre un suggerimento a tutta la coalizione di centrodestra: «Forse la prossima volta bisognerà cambiare sistema». 

Ore 17.34 Meloni: «Libertà limitata, voto massima espressione democrazia». «In un momento nel quale le nostre libertà e i nostri diritti vengono limitati, il voto rappresenta ancora di più la massima espressione democratica. Io ho fatto il mio dovere da cittadino, voi?» Così la leader di FdI, Giorgia Meloni, postando su twitter la foto mentre deposita la scheda nell'urna.

Ore 16.20 Anche il presidente del consiglio alle urne per scegliere il prossimo sindaco. Il premier Draghi ha votato stamattina a Roma nel seggio del liceo Mamiani. 

Ore 14.15 Il segretario del Pd Enrico Letta candidato a Siena incrocia le dita. «Votato! Con un pochino di emozione». Lo scrive Enrico Letta su twitter. Aggiungendo l'emoticon delle "dita incrociate". Il segretario del Pd è candidato alle suppletive nel collegio della Camera di Siena-Arezzo e sul suo profilo social ha postato anche una foto omaggio dell'Eroica, la manifestazione cicloturistica che si svolge a Gaiole in Chianti, cuore del collegio elettorale in cui è candidato.

 

 

Ore 13.42 Giuseppe Conte su twitter: «Il voto è il gesto più elementare e allo stesso tempo più decisivo di esercizio dei diritti democratici. Dobbiamo compierlo con gioia, consapevoli di contribuire ad alimentare così la nostra bella democrazia. Io ho appena votato, fatelo anche voi. Buona domenica a tutti!». Così il leader dei Cinque Stelle postando una foto sua mentre inserisce la scheda nell'urna. Per l'ex premier si tratta della prima prova elettorale nel ruolo di capo di un partito.

Ore 12.50 Berlusconi e l'analisi politica (negativa) sui candidati - «I candidati sindaci sono quelli che vengono fuori dalle scelte di questo o quel leader di partito, invece che da scelte democratiche, quindi forse la prossima volta bisognerà cambiare sistema». Lo ha detto l'ex premier Silvio Berlusconi parlando di come sono stati scelti i candidati sindaci del centrodestra per le amministrative, a margine del voto al seggio di Milano. La speranza del leader di Forza Italia è che emerga un buon risultato per le liste di partito, cioè che raccolgano consenso i candidati che hanno scelto il simbolo del partito. Non è infatti un risultato scontato visto il boom di liste civiche, tendenza elettorale che va consolidandosi da anni. Alle elezioni amministrative di Milano «io mi aspetto un buon risultato per quello che riguarda i voti alle liste dei partiti. Per quanto riguarda i candidati sindaci vedremo, saranno i milanesi a decidere». Lo ha detto il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dopo aver votato nel seggio di via Fratelli Ruffini. Sulla campagna elettorale «io ho lavorato da casa, dove richiesto ho fatto telefonate anche ai comizi, credo di avere dato il contributo che potevo dare responsabilmente con molto convincimento», ha aggiunto.

Ore 12.43 Torino, M5S: accuse di propaganda durante silenzio elettorale. È coinvolta Valentina Sganga, la candidata 5 Stelle a sindaco di Torino che nei gruppi social frequentati da attivisti grillini del territorio è stata accusata di aver fatto propaganda, a ridosso del voto, per alcuni candidati, attraverso messaggi inviati dal suo account privato. «Stanotte alle 0.50 circa mi è arrivato un messaggio tramite Fb della candidata sindaca con indicazioni di voto... L'ho trovato scorretto perché tanti candidati hanno corso allo stesso modo se non di più», attacca Vito Dicorato, membro del gruppo degli attivisti M5S di Torino, postando lo screenshot del messaggio inviato da Sganga: un facsimile della scheda elettorale con i nomi dei candidati Albano e Mensio accompagnati dal contrassegno del Movimento. Tanto è bastato per scatenare l'ira di parlamentari piemontesi e attivisti, che lamentano disparità di trattamento e favoritismi da parte di Sganga.  «Se lo ha fatto in modo massivo - commenta sui social il senatore Alberto Airola, stigmatizzando l'accaduto - è vergognoso. E se è così mi vergogno io per lei». Il pentastellato rincara: «Valentina Sganga sei la candidata di tutti e questo non si fa neanche in privato. Anche perché sicuramente viene fuori e tutti possono incazzarsi. Ne hanno pieno diritto. Se non è così, allora smentisci».

 

Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre, 00:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA