Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Elezioni, ecco la roadmap delle scadenze prima del voto del 25 settembre: tutte le tappe

Lunedì 1 Agosto 2022
Elezioni, la roadmap delle scadenze prima del voto del 25 settembre

A meno di due mesi dal fatidico appuntamento del 25 settembre, la campagna balneare procede a marce forzate, tra alleanze ancora in bilico e i programmi ancora in alto mare. Ma i partiti devono fare i conti anche con una serie di scadenze ed adempimenti elettorali che, pur se affastellati, scandiranno le varie fasi della corsa lampo verso urne.

In realtà, qualcosa si è mosso già nel mese scorso. Il 24 luglio sono stati costituiti l'ufficio elettorale nazionale alla Corte di Cassazione e quelli circoscrizionali (nei tribunali o nelle Corti d’Appello) per la Camera e quelli regionali per il Senato, a cui competerà il controllo delle operazioni di voto a livello locale nel loro territorio di competenza.

Fissato a ieri, 31 luglio, il limite di tempo attrbuito ai cittadini italiani residenti all'esterno per scegliere se votare via corrispondenza o in italia. La decisione per i cittadini iscritti all'AIRE, andava comunicata al Consolato, così da ricevere, in caso di voto all'esterno, il plico elettorale al proprio indirizzo di residenza. 

Il deposito dei simboli 

12, 13 e 14 agosto: in questi tre giorni  i partiti depositeranno al Viminale contrassegni e simboli elettorali specificando  le coalizioni, il programma elettorale e il capo della forza politica. Nei giorni successivi verrà dunque verificata la conformità dei simboli ai  regolamenti di Camera e Senato. Solo al termine della verifica - se con riscontro positivo - si riceverà in via libera alla presentazione delle liste.

 

L'inoltro delle liste 

Un altro appuntamento atteso è quello della presentazione delle liste dei candidati fissato per 21 e il 22 agosto, ovvero il 35esimo e il 34esimo antecedente il voto. Le liste andranno depositate presso gli uffici centrali elettorali costituiti presso le Corti di Appello. 

 

L'inizio della campagna 

Il 26 agosto, a un mese esatto dal 25 settembre, è previsto l'avvio ufficiale della campagna elettorale, con la propaganda elettorale e l'affissione di manifesti. Entro il giorno prima delimitazione degli spazi e delle assegnazioni da destinare alla propaganda elettorale. Sempre il 26 agosto si procede con la nomina dei presidenti di seggio. 

 

La nomina degli scrutatori e dei presidenti di seggio 

Entro il 31 agosto, per ogni sezione elettorale del Comune verrà nominato un numero di scrutatori compresi nell'albo. Entro il 5 settembre, invece, il presidente della Corte d'Appello dovrà comunicare ai Comuni l'elenco delle persone nominate presidenti di seggio.

 

Compilazione dell'elenco dei cittadini residenti all'estero

Il 7 settembre sarà l'ultimo giorno per la compilazione dell'elenco dei cittadini italiani residenti all'estero che non hanno esercitato l'opzione per il voto in Italia e non sono residenti in paesi in cui si può votare per corrispondeza. 

 

Il regolamento dell'Agcom 

L'ultima scandenza importante, non riguarda solo i partiti ma anche chi fa informazione. In base al regolamento dell’AgCom, l’Autorità garante delle comunicazioni,  i sondaggi non potranno essere diffusi nei quindici giorni precedenti le elezioni, ovvero a partire dal 10 settembre.

Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 07:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA