Federalismo, 60 Comuni fanno ricorso

di Marco Esposito

«Inizia oggi una battaglia per la dignità dei meridionali», dice Micaela Fanelli, consigliera regionale del Molise ed ex sindaco di Riccia. Una battaglia per dire basta ai trucchi del federalismo fiscale che prende per la prima volta la strada delle carte bollate, con un ricorso al Tar del Lazio contro il riparto 2019 del Fondo di solidarietà comunale.

Sono sessanta i Comuni che «non ne possono più» - come è stato detto ieri nel corso di una conferenza stampa al Senato - di far quadrare i bilanci municipali nonostante gli zeri sugli asili nido, i tagli ai disabili, il dimezzamento della perequazione (che la Costituzione impone sia integrale); tutte distorsioni del federalismo fiscale che Il Mattino ha puntualmente denunciato negli ultimi cinque anni e che adesso vengono portate al vaglio del giudice amministrativo, con richiesta - preparata dall'avvocato Salvatore Di Pardo - di interpellare la Corte costituzionale, visto che siamo di fronte a una palese violazione dei principi di equità sanciti dalla Carta e ribaditi dalla legge attuativa del federalismo fiscale, la 42 del 2009.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 22 Marzo 2019, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP