Gli estremisti di Forza Nuova scendono in piazza contro Israele: Ponte Milvio blindato

Venerdì 8 Marzo 2019 di Jacopo Belviso
Forza Nuova in piazza a Roma contro Israele
Dopo aver ospitato migliaia di laziali in occasione del derby capitolino giocato sabato 2 marzo, domani - intorno alle ore 18 -  Ponte Milvio torna ad essere blindata per la manifestazione nazionale organizzata da Forza Nuova in sostegno del popolo palestinese e contro lo Stato d’Israele. “Forza Nuova sarà in corteo per la libertà del popolo palestinese, in perfetta coerenza con la nostra opposizione totale al globalismo e alla dittatura di Washington e Bruxelles. Lottare per la pace in Palestina, stare al fianco della Siria che resiste e chiedere una politica estera mediterranea, significa difendere la libertà di quei popoli e la nostra dalla sostituzione etnica. Sabato ci vediamo in piazza per la Palestina, per tutti i popoli oppressi dai globalisti e per la nostra Italia”, scrivono nel comunicato pubblicato sulla pagina Facebook del movimento neofascista. L’iniziativa era stata annunciata sui social già diverse settimane fa ed era stata accolta da numerosi commenti provocatori: «Questa azione fa onore a forza Nuova», scrive Leizar G., militante forzanovista. «Israele è uno stato terrorista che applica l'apartheid», risponde un altro seguace. Non mancano però simpatizzanti critici nei confronti della protesta: «Vi siete bevuti il cervello? Ma questi sono anni che compiono attentati, io sto con Israele e vi ho votati!», scrive Maurizio R., irritato per la presa di posizione del movimento estremista. «Concordo, ma mai con i mussulmani. Che destra è una destra che li appoggia?», scrive Massimiliano M., tra i commenti più apprezzati. 

LEGGI ANCHE: ---> Roma, rischio processo per Castellino, leader di Forza Nuova: «Truffa sanitaria per i gluten free taroccati»

La locandina del corteo, che in realtà è un presidio, è stata condivisa anche sui canali Instagram del partito,  dove diversi militanti hanno risposto alla convocazione con commenti antisemiti e razzisti. «La Palestina va liberata perché occupata da islamici e giudei», commenta Maurizio_muscas. «Cacciamo gli ebrei dalla Palestina, cacciamo i giudei dall’Europa», risponde Mario_88.
La manifestazione statica è stata autorizzata dalla Questura e secondo i promotori vedrà la partecipazione di circa 200 manifestanti. In piazza, accanto alla bandiere nere di FN, sfilerà anche Jawad Yassine, responsabile dell’ufficio stampa dell’Autorità Nazionale Palestinese (Anp) con sede a Roma dalla fine del 1979 fino al 2010. Finito il presidio, i partecipanti si sposteranno in via Cassia 1134, dove -  a partire dalle ore 20.30 - si svolgerà il concerto in memoria di Massimo Morsello, fondatore del partito estremista assieme a Roberto Fiore. Ultimo aggiornamento: 19:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA