Ischia, il ministro Pichetto Fratin: basta abusi edilizi, nuove leggi sul consumo del suolo

Il responsabile dell'Ambiente corregge il tiro sui sindaci ma non fa marcia indietro sulla sostanza

Il ministro Pichetto Fratin
Il ministro Pichetto Fratin
Martedì 29 Novembre 2022, 18:45 - Ultimo agg. 21:02
3 Minuti di Lettura

Basta derogare alle leggi, non è più tempo di ignorare gli abusi edilizi. Dopo la tragedia di Casamicciola, il ministro dell'Ambiente Gilberto Pichetto corregge il tiro sulle sue affermazioni a caldo, sulla galera ai sindaci che hanno permesso gli abusi («è stata una dichiarazione un pò forte»).

Ma non fa marcia indietro sulla sostanza: «Non è più tempo di passare sopra a illeciti urbanistici che possono trasformarsi in nuove tragedie». E chiede al parlamento nuove leggi sul clima e contro il consumo del suolo.

«Il Paese deve darsi delle regole per non andare sempre in deroga, perché si possano avere percorsi certi - spiega alla mattina su La7 -. Non è neppure una questione di fondi, perché i fondi ci sono. È una questione di procedure. Anche i condoni nascono dal blocco del sistema, da una illegalità amministrativa che va avanti». Pichetto distingue fra i piccoli abusi e il costruire «dove c'è il rischio della vita». Sugli abusi già fatti chiede di «fare una valutazione caso per caso». Ma poi aggiunge «dobbiamo adattare le nostre regole. Non possiamo, quando vogliamo fare qualcosa, dire 'andiamo in deroga alla normà. Allora è la norma quadro che non funziona».

Video

Il ministro tiene soprattutto a ricucire il rapporto coi sindaci: «Non posso avercela con loro, ho fatto metà della mia vita nelle amministrazioni comunali, mio figlio ha fatto il sindaco per dieci anni». Nel pomeriggio, in Commissione Ambiente al Senato Pichetto dice che «in un Paese civile non si dovrebbe morire di pioggia. Se accade così spesso, significa che non si è operato bene a livello di governo centrale, di Regioni e di enti locali. Non è più tempo di passare sopra a illeciti urbanistici che possono trasformarsi in elementi di nuove tragedie». Il ministro in Senato promette di assumere nuovi esperti al Ministero entro fine anno, per aiutare gli enti locali a spendere i soldi del Pnrr, molti dei quali sono per la lotta al dissesto. Ma chiede anche al parlamento di varare due leggi proposte da anni dagli ambientalisti: quella sul clima e quella contro il consumo del suolo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA