Gilet gialli, mea culpa tra i Cinquestelle: «Che errore averli corteggiati»

ARTICOLI CORRELATI
di Francesco Lo Dico

5
  • 625
Nel giorno in cui a Parigi esplode la guerriglia dei gilet gialli, il Movimento resta in trincea nel tentativo di nascondere il profondo imbarazzo per quella che sarebbe potuta diventare una liaison a tinte forti. «Gilet gialli, non mollate!». Dopo l'appello ai rivoltosi francesi lanciato a gennaio su Le Monde e sul blog delle Stelle da Luigi Di Maio, l'ordine di scuderia è quello di troncare. Sopire. E ribaltare il tavolo. Porte chiuse ai gilet gialli. È finita, o quasi. Il film è completamente...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 17 Marzo 2019, 09:05 - Ultimo aggiornamento: 18 Marzo, 06:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-03-17 18:44:51
E con quanta foga Di Maio rivendicava la libertà di azione di fronte alla giusta reazione di MACRON, che aveva il preciso polso della situazione! Questi non capiscono un tubo di politica interna, figurarsi di quella estera, ma si fanno presuntuosi quanto più mostrano la loro inadeguatezza. Spesso fanno un passo, per essere costretti, di li a poco, a farne tre all'indietro
2019-03-17 18:34:02
i gilet almeno un'idea e l'hanno!!!!
2019-03-17 18:32:45
a furia di spalleggiare tutti quelli che dicono NO o che sono contro il governo eletto democraticamente questo è quello che può capitare e la passeggiata in Francia di giggino che è un vicepremier ( ma forse ancora non lo ha ben recepito)&co non credo che li faciliterà con la faccenda della TAV e di mezzo ci potrebbe andare anche l'Italia
2019-03-17 14:02:16
ennesima dimostrazione dell'incapacità del m5s
2019-03-17 09:51:04
Sono solo dei pazzi scatenati!

QUICKMAP