Tagli, la trincea dei ministri. E Grillo avverte: senza budget lascio

ARTICOLI CORRELATI
di Canettieri e Pacifico

4
  • 31
«La verità è che i soldi ci sarebbero pure, ma per un governo: purtroppo qui ce ne sono due!». Mercoledì notte, il vertice dei ministri M5S (manca solo Danilo Toninelli che «Luigi non soffre più») è da poco terminato, in via del Tritone, sede del ministero di Riccardo Fraccaro.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 12 Ottobre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2018 14:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-10-12 19:39:27
Troppi galli a cantà nun schiara mai juorno.
2018-10-12 12:34:36
ma gigino non ha detto che avrebbe abolito le malattie??? pardon è stato crozza sig!!!!!!!
2018-10-12 10:45:24
...l'ho sempre detto che questo governo è il risultato di due governi, per cui è una pazzia realizzare entrambe le proposte elettorali in questa crisi endemica. La manovra del popolo, per chi non ha capito il vero significato si tradduce in: LA MANOVRA PER UCCIDERE I POPOLO...
2018-10-12 09:44:09
Tagli alla Scuola, tagli alla Sanità, come si crede che intendano fare per mettere insieme i miliardi per mantenere nulla facenti e favorire i ricchi? Saranno sempre i cittadini che pagano le tasse e lavorano a dover pagare doppiamente per accedere a certi servizi. Al di là della narrazione grillini, i precedenti governi non è che avessero risorse e non le abbiano volute erogare, sono stati solo più attenti a non fare passi più lunghi della gamba e a non tagliare sui ministeri più delicati, come i citati. Ma si lascia credere erroneamente che " i soldi ci sono, ma non li vogliono distribuire". Perché Di Maio non parla più di cancellazione di CNEL o di altri enti inutili? È ben più duro ed impegnativo farle davvero le cose, caro ragazzo!

QUICKMAP