Manovra, tagli al reddito di cittadinanza: durerà meno per ridurre i costi

ARTICOLI CORRELATI
di Andrea Bassi e Francesco Bisozzi

4
  • 144
Dopo la Lega sulle pensioni «Quota 100», anche il Movimento Cinque Stelle prova a tagliare i costi della sua proposta bandiera, il reddito di cittadinanza. Allo studio dei tecnici del ministero del lavoro, i sarebbero nuovi paletti per abbassare l'impatto finanziario sui conti pubblici del sussidio. Sul tavolo ci sarebbero ancora diverse ipotesi, ma alcune scelte sarebbero ormai maturate. Il Reddito, per esempio, verrebbe corrisposto agli aventi diritto per 18 mesi. Al termine di questi verrebbe effettuata una verifica se i requisiti che hanno portato alla concessione del beneficio sussistono ancora. Questo check up comporterebbe uno stop di tre mesi all'erogazione dell'assegno che, nel caso in cui il beneficiario ne avesse ancora diritto, potrebbe essere riconfermato al massimo per altri 12 mesi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 5 Dicembre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 05-12-2018 14:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-12-05 12:49:59
ma veramente avete creduto a tutte le c.. che vi abbiamo promesso in campagna elettorale???? a ragà stavamo a scherzà!!!!! itagliani siete proprio un popolo da scherzi a parte!!!!!!!!
2018-12-05 12:43:25
Non è finita, ci saranno degli aggiornamenti. Pare che il reddito di cittadinanza andrà in vigore dal 2050, parola di Giggino e di "padania is not Italy". Ed io ci credo.
2018-12-05 11:25:23
Nunn è over ! Neppure per "QUOTA 100" resta tutto come hanno e stanno pluridichiarando a mare e monti da cinque mesi a questa parte!
2018-12-05 11:23:54
Ma quann mai...............

QUICKMAP