Verso un premier tecnico dalla lista M5S: Di Maio lancia Roventini e Fioramonti

ARTICOLI CORRELATI
di Marco Conti

Né Salvini né Di Maio. Per coprire la casella di palazzo Chigi si dovrà attendere ancora. Forse sino a lunedì. Almeno così c'è da augurarsi visto che, dopo tanto attendere, non sarebbe di buon gusto che il possibile candidato premier finisse nelle gazebarie prima di arrivare sul tavolo di Sergio Mattarella. Il weekend Di Maio e Salvini lo passeranno a consultare le rispettive basi. Uno con la piattaforma Rousseau, un altro attraverso i gazebo. Trattandosi - almeno così dicono - di contratto alla tedesca, ci si sarebbe aspettati un po' più di serietà e trasparenza nelle consultazioni che invece diventano poco meno di una scontata formalità per ratificare un accordo di ferro già siglato.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 18 Maggio 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 18-05-2018 08:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP