Greta Thunberg in piazza a Roma. «I giovani devono lottare per il clima»

Greta Thunberg in piazza a Roma dà la linea di comportamento per la nuova gioventù
ARTICOLI CORRELATI
di Mario Ajello

Tutti in piazza del Popolo a Roma con Greta Thunberg e lei dà la linea di comportamento per la nuova gioventù in lotta contro il cambiamento climatico e a favore di un ecologismo senza sconti.  “Io mi comporto così”, dice la sedicenne svedese che sta spopolando in Italia e nel mondo: “Non prendo aerei. Un volo intercontinentale può cancellare 20 anni di raccolta differenziata. Così ho fatto cambiare stile di vita ai miei genitori che volavano spessissimo”.

Greta Thunberg a Roma: «Non siamo scesi in piazza per i selfie, sul clima bisogna agire»

Cos'è la sindrome di Asperger, la malattia di Greta Thunberg
 
 
 


Neppure un low cost, niente di niente: si viaggia via terra. Ed estrema sobrietà, consiglia la Thunberg in ogni atteggiamento: “Le uniche cose nuove che possiedo le ho ricevute o prese in prestito da qualcuno, limito gli acquisti per limitare l'impatto ecologico. Compro solo cibo. Se devo fare un regalo me lo fabbrico da sola. Ho un cellulare di 5-6 anni fa, l'ho ricevuto da qualcuno che non lo usava più".

Questa la sua filosofia pubblica-privata. Farà breccia davvero sui millennials tendenzialmente spendaccioni?
Venerdì 19 Aprile 2019, 11:05 - Ultimo aggiornamento: 19-04-2019 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-04-19 13:10:30
Ci vuole sempre un bambino per dire agli adulti che "il Re è nudo". Solo che nel caso del clima il "re" si è spogliato piano piano, così ci si abitua lentamente all'idea che è tutto "normale". Un tempo si diceva, scherzando, "non ci sono più le stagioni!" guardando con sorpresa al passaggio immediato da inverno a estate. Oggi l'inverno non c'è quasi più, sostituito da rapide incursioni artiche, con la neve a Napoli che lascia il posto all'aria africana la settimana dopo... Anche questo è normale? Gli anni "caldi" si susseguono uno dopo l'altro. E non dipende dal sole: è solo effetto serra. La tecnica consentirebbe già oggi, a livello mondiale, di agire seriamente per bloccare il surriscaldamento globale. Ma gli interessi economici sono così forti che, fino a quando l'ultima goccia di petrolio non sarà stata bruciata, chi dice che il nostro pianeta è in pericolo, viene tacciato di essere un allarmista o un sognatore. La realtà è un'altra. Semplicemente come dicono questi ragazzi (Dio li benedica!) "non c'è più tempo" e bisogna agire seriamente. Spero che questa ragazzina, con la sua fermezza "maniacale" nel ripetere questa cosa nonostante la sordità degli adulti, sia riuscita a fare breccia nelle coscienze di tutti e riuscire là dove tutto il mondo ambientalista di tipo "politico" ha finora fallito.
2019-04-19 12:27:02
tutti vogliono essere BURATTINI come questa povera ragazzina? Veramente non capite che la stanno usando? cercate qualche notizia sul giornalista francese Marc Reisinger e quello che ha scoperto ... possibile che dobbiamo farci infinocchiare sempre ...

QUICKMAP