Conflitto in Libia, l'allarme di Minniti: «Roma si è isolata, ora a rischio l'Eni»

di Valentino Di Giacomo

«L'attacco militare di Haftar, qualsiasi esito avrà, porterà conseguenze per un lungo periodo non solo in Libia, ma anche in Italia». Fino a un anno fa il dossier libico era pane quotidiano per l'ex ministro dell'Interno Marco Minniti.

La situazione sembra precipitare, a quali rischi va incontro l'Italia?
«Gli effetti sui flussi migratori sono reali e non si risolvono con una circolare o dicendo di chiudere i porti, si affrontano in Libia. I migranti sono una conseguenza, ma prima bisogna affrontare le cause. Per ora si tratta di una guerra a bassa intensità, ma un conflitto permanente cambierebbe lo status di chi scappa e diventerebbero tutti rifugiati secondo le convenzioni internazionali».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 19 Aprile 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 19-04-2019 13:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP