Lega, già pronta l'exit strategy: subito nuovo partito e cambio nome

ARTICOLI CORRELATI
di Claudia Guasco e Diodato Pirone

Taglio netto con i rami secchi e la vecchia gestione. Niente più Lega nord per l'Indipendenza della Padania. Si chiamerà solo Lega. Il marchio ovvero il simbolo sarà lo stesso presentato alle Politiche, la dicitura Salvini premier rimarrà identica. Ma l'exit strategy a cui i big del Carroccio stanno pensando è quella del nuovo soggetto politico. Con un nuovo congresso. «Noi spiega un sottosegretario avevamo già avviato il processo. Ci siamo fermati perché il cambio avrebbe potuto rappresentare un'azione per contrastare l'azione giudiziaria. Ora non abbiamo più alternative». In realtà non è ancora chiaro ai dirigenti se la richiesta di «sequestrare ovunque 49 milioni» possa valere anche per il futuro. «Ma protesta anche un ministro nel momento in cui si divorzia dal passato perché le responsabilità dovrebbero ricadere ancora su di noi? Quella era un'altra epoca. Salvini non c'entra».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 5 Luglio 2018, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 6 Luglio, 06:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP