Legge elettorale, Salvini: «Sì al maggioritario, cinque regioni lo chiedano»

Legge elettorale, Salvini: «Pronto il quesito per il referendum»
ARTICOLI CORRELATI
Matteo Salvini interviente sulla legge elettorale. «Se cinque regioni lo approvano entro settembre si va al referendum in primavera»: il segretario della Lega Salvini all'assemblea degli amministratori del Carroccio ha così proposto un referendum per cambiare la legge elettorale e renderla «totalmente maggioritaria come quella per i sindaci». «Casualmente il quesito è pronto» ha aggiunto. «Io eleggerei anche il presidente della Repubblica in modo diretto ma facciamo una cosa per volta», ha concluso.

LEGGI ANCHE --> Legge elettorale, sì a fiducia: caos in aula. Determinanti i voti dei verdiniani
Sabato 14 Settembre 2019, 14:17 - Ultimo aggiornamento: 14-09-2019 17:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-09-14 18:51:03
Il sistema elettorale tedesco è misto: è sostanzialmente proporzionale, con soglia di sbarramento al 5 per cento. Con il primo voto l’elettore esprime una preferenza per uno dei candidati Con il secondo voto i cittadini scelgono un partito. È questo voto a stabilire i rapporti di forza tra gli schieramenti nel Parlamento: Soglia di sbarramento al 5 per cento ma che in Italia dovrebbe essere del 7 % per le camere e del 10% per il senato visto gli imbrogli, per mantenere alla cassa statale, persone del ramo corrotto come la bonino, Franceschini,Casini. Col sistema tedesco, quindi, la distribuzione del voto si rispecchia più o meno esattamente in Parlamento. Se un partito viene votato dal 40 per cento degli elettori, ad esempio, grazie al proporzionale avrà più o meno il 40 per cento dei seggi. La principale bellezza di questo sistema è dovuta alla soglia di sbarramento, che respinge l’accesso al Parlamento alle liste che hanno raccolto meno del 5 per cento dei voti. Affinché questi non sei vendano al miglior offerente ogni volta che dovranno votare per una legge antiitaliani
2019-09-15 13:51:38
...pensiero condivisibile! Ma come anche ieri detto in una trasmissione televisiva, in Italia le Leggi Elettorali vengano sovente attuate, in prossimità delle successive elezioni, soltanto nel tentativo per "fregare" gli avversari. Con vari artifizi ad hoc! E non per il cosiddetto "bene" del Popolo che invece necessiterebbe. O che sia più utile alla comunità. Ma tant'è, purtroppo.

QUICKMAP