ENRICO LETTA

Letta: «Niente voto anticipato, avanti con Draghi. Da Salvini ho sentito parole surreali»

Lunedì 18 Ottobre 2021
Letta: «Ha pagato la coerenza sul Green pass. Da Salvini ho sentito parole surreali»

Enrico Letta celebra la vittoria alle elezioni comunali dal Nazaremo, accolto da un lungo applauso dei dirigenti del Pd per la conferenza stampa sui ballottaggi: «Una vittoria trionfale, che però celebriamo senza trionfalismi. Ho sempre imparato che la cosa più importante è ascoltare gli elettori - ha detto il segretario del Pd commentando l'esito del voto -. E loro sono più avanti di noi, si sono saldati e fusi, quelli del centrosinistra e della coalizione larga che ho voluto costruire. Con una vittoria trionfale».

 

Ballottaggi, trionfa il Pd targato Letta (spesso senza l'apporto M5S). Per il centrodestra anche lo schiaffo di Latina

Ballottaggi, Salvini: «Sindaci eletti da minoranze di minoranze è flop democrazia»

 

Letta: «Un risultato clamoroso»

«Un risultato clamoroso e importante ovunque, in tutta Italia - ha detto Letta -. Abbiamo vinto sia quando la destra ha sbagliato che quando ha azzeccato i candidati. Ho sentito un conferenza stampa surreale di Salvini che raccontava una vittoria del centrodestra, pensavo fossero immagini di archivio».

 

Voto che rafforza il governo Draghi

«Il risultato di oggi va oltre il voto delle città, tocca tutti gli angoli del Paese - ha detto il segretario del Pd -, potremmo avere interesse ad andare rapidamente al voto, a cogliere questa onda. Ma io dico che questo voto rafforza il governo Draghi a cui diciamo di andare avanti per tutta la legislatura».

 

Gualtieri sindaco di Roma: dovrà lasciare la Camera. Nuove suppletive nella Capitale

 

Coalizione larga

«Io sono convinto, fermamente convinto che questo secondo turno dimostri che l'idea di una coalizione larga è concretizzabile non è astratta, perché se siamo riusciti a vincere è perché siamo riusciti a convincere, ovunque - ha detto Letta in conferenza stampa al Nazareno -. Questo dimostra che gli elettorati si stanno fondendo. Voglio rassicurare tutti gli alleati che l'atteggiamento generoso e federatore del Pd e non vira improvvisamente a seconda dei risultati che ci sono».

 

Quirinale

«Di Quirinale si parlerà da gennaio in poi, quando il Bilancio sarà approvato - ha detto il segretario del Pd -. Io continuo a pensare che il Presidente della Repubblica debba essere eletto con la più larga maggioranza possibile. Da gennaio lavoreremo per costruire un larga maggioranza per il successore di Mattarella».

 

 

 

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre, 07:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA