CORONAVIRUS

Due gruppi e lockdown alternati di una settimana: la strategia che riduce i contagi come un lockdown totale

Giovedì 25 Febbraio 2021
Lockdown alternati per ridurre i contagi: lo studio israeliano

Ridurre i contagi attraverso un lockdown alternato. Di cosa si tratta? Dividere la popolazione in due gruppi, ognuno dei quali alterna lockdown di una settimana. La proposta viene da alcuni ricercatori israeliani dell'università Bar-Ilan ed è stata pubblicata sulla rivista Nature Communications. In questo modo si potrebbero far funzionare al 50% le attività socio-economiche.

Salvini: «Lockdown a Pasqua? Parlarne oggi irrispettoso per gli italiani». Ira Zingaretti

Stessa efficacia del lockdown totale

Il modello di lockdown alternato permetterebbe di isolare le persone positive che ancora non mostrano i sintomi. E secondo i ricercatori avrebbe un'efficacia paragonabile a quella di un lockdown quasi totale (all'80%), che di solito produce effetti dopo molte settimane, a volte anche mesi.

Lockdown e dpcm, Pasqua: dalle gite fuori porta alle visite agli amici, cosa possiamo fare

I presintomatici

Perché la strategia può essere efficace lo spiega Baruch Barzel, coordinatore dello studio: «Se una persona si contagia durante la sua settimana attivà, in cui è presintomatico, stando a casa la settimana seguente, inizierà probabilmente a mostrare i sintomi, e rimanendo isolato può curarsi». Se invece dopo una settimana di lockdown continua a non avere sintomi, è probabile che non sia stato contagiato e potrà riprendere le sua attività.

Lockdown e dpcm, diretta. Governo: «Chiusure dal lunedì, mai più dalla domenica. Evitiamo lockdown». Speranza: non allentare restrizioni

Ultimo aggiornamento: 19:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA