Tiziano Renzi: «Mai fatto bancarotta, né fatture false». Lunedì interrogatorio dal gip

Tiziano Renzi sul balcone di casa
ARTICOLI CORRELATI
16
  • 307
Dalla casa assediata dai cronisti di Torri di Rignano sull'Arno (Firenze), Tiziano Renzi posta un messaggio su Facebook. «Non auguro a nessuno - nemmeno al mio peggiore nemico - di vivere mai ciò che la Lalla e io stiamo vivendo. Tuttavia ci prepariamo a una lunga vicenda giudiziaria consapevoli di un fatto: la verità prima o poi verrà fuori». Lo dice in un post su facebook il padre di Matteo. «Voglio che sia chiara una cosa: i giornali sono pieni solo delle ricostruzioni dell'accusa. Io affermo qui (e purtroppo per il momento posso solo qui) che queste ricostruzioni sono FALSE», aggiunge.

Genitori Renzi, i pm: «Fatture distrutte per nascondere i debiti delle coop fatte fallire»





Intanto i genitori di Matteo Renzi - Tiziano e Laura Bovoli - agli arresti domiciliari da due giorni nella loro abitazione di Rignano, compariranno lunedì 25 febbraio davanti al gip Angela Fantechi. La data dell'interrogatorio di garanzia, anticipata oggi da La Nazione, è stata comunicata ieri nella tarda serata ai difensori e confermata stamani da fonti del palazzo di Giustizia. Non è invece chiaro dove la coppia sarà sentita: possibile che venga scelto un luogo diverso dalla procura per evitare l'assalto di telecamere e giornalisti.

E anche oggi porte e persiane chiuse nella casa a Torri di Rignano sull'Arno (Firenze) presidiata da una folla di giornalisti e tv. Oggi il presidio mediatico è notevolmente ridotto, sul posto solo qualche cronista e cameraman. Dall'esterno l'abitazione di Tiziano Renzi e Laura Bovoli, una palazzina di tre piani in campagna dove i coniugi sono agli arresti domiciliari, sembra come disabitata: solo la macchina parcheggiata davanti alla porta d'ingresso rivela la presenza di persone in casa.
Mercoledì 20 Febbraio 2019, 11:38 - Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio, 08:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2019-02-21 11:32:14
Dai tempi di mani pulite non o mai sentito qualcuno di autoaccusarsi o di ammettere la propria colpevolezza di avere imbrogliato nemmeno difronte ad evidenze schiacciante. Eppure negano sempre, ricordate quel tizio che si trovava intestato un appartamento a Roma a sua insaputa e minacciava contro ignoti se scopriva che gli avessi intestato quello appartamento, ebbene l’appartamento sta ancora li. Qualcuno altro si trovava in casa un noto imprenditore per ristrutturare della sua casa, e affermava di non sapere nulla chi gli avesse commissionato i lavori, e intanto i lavori proseguivano.
2019-02-21 09:31:40
tiziano, sei un grezzo!
2019-02-21 09:20:10
come disse "il marchese del grillo" io sono io e voi non siete un .....!
2019-02-21 08:41:07
Ma che razza di domiciliari!!! E si lamentano pure!!!!
2019-02-20 22:08:54
Il padre del governo del nulla

QUICKMAP